Pasquale Caterisano Blog

Dico la mia spesso e volentieri

Month: aprile 2006 (page 1 of 4)

Paris Hilton e la sua Mercedes SLR


“Poveretta” (affanculo stronza!!) le riesce difficile aprire le portiere ad ‘ali di gabbiano’ della sua SLR (costo quasi un milione di euro e circa 700 cv)
Intanto dà una pulita col sedere alla Ferrari Spider parcheggiata a fianco.
Ma una cretina così, come fa a guidare un mostro del genere?? Dio (o chi per lui per i laici) da pane a chi non ha denti!!!

Arcade 70's: Space Invaders

"Zu Giuliu"

Ma Andreotti avrà votato su una scheda o su un pizzino?

Bananas: Non aprite quel processo

Non aprite quel processo
di Marco Travaglio
Mentre le cronache sull’arresto di Provenzano tendono sempre più pericolosamente al gossip giudiziario (imperdibili i particolari sulla seconda dentiera, quella di riserva, sequestrata al boss nel covo di Corleone), accadono cose strane intorno al processo a Marcello Dell’Utri, cioè all’uomo che per il Tribunale di Palermo stipulò un patto d’acciaio con Provenzano nel 1993, al momento di inventare Forza Italia e anche per questo è stato condannato a 9 anni in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa. Una serie di eventi naturali, o quasi, ha privato il braccio destro del Cavaliere dei suoi coimputati, sia nel processo principale (ora in fase d’appello), sia in quello parallelo che lo vede accusato di concorso in calunnia pluriaggravata per un complotto di falsi pentiti che dovevano screditare quelli veri (ormai agli sgoccioli in primo grado). Nel senso che, nel giro di due mesi, sono passati a miglior vita sia il suo amico del cuore Gaetano Cinà, condannato in Tribunale a 6 anni per associazione mafiosa (infarto); sia il suo amico ergastolano Cosimo Cirfeta, boss pentito ma non troppo della Sacra Corona Unita, morto in
circostanze misteriose nella sua cella di Busto Arsizio mentre sniffava gas da un fornelletto con la finestra aperta, subito dopo aver promesso al Tribunale nuove dichiarazioni prima della sentenza. Sulla sua prematura scomparsa la Procura di Palermo ha chiesto chiarimenti a quella di Busto. Continue reading

Elio Vito – aiutatelo!!!

Destri, fate una colletta per rinnovare il dominio al vostro portavoce strabico!!!
www.eliovito.it

Repubblicanesimo

Il Cavalier Cortese

C’è qualcosa nei suoi occhi e nel suo sguardo che non mi ha mai convinto. Ora parla di vittoria politica insieme ai suoi alleati post-fascisti. Ci vuole coraggio. Per uno che ha speso (e ha potuto spendere) una marea di soldi per la campagna elettorale, tappezzato le città di gigantografie rappresentanti unicamente Lui, che è apparso più d’ogni altro all’interno di qualsiasi contenitore televisivo possibile, che ha riempito le cassette della posta degli italiani con i suoi libercoli auto-celebrativi patinati.
In democrazia funziona così: se prendi un voto in meno hai perso.
Punto. Non mi pare però di averlo sentito complimentarsi con la parte politica avversa, per la vittoria, né lui né i suoi alleati fidati. Eppure ha continuato a ripetere all’infinito il concetto della divisione del paese e che il voto era stato molto combattuto e poi come mai si potesse governare con il cinquanta per cento delle persone che ti è contro. Parole e concetti troppo fanciulleschi perché possano essere espressi da una personalità politica così importante. Si tratta di savoir-faire, diplomazia, si tratta di dare l’esempio.
E’ come se un’atleta arrivato secondo nei cento metri si mettesse a sindacare sui millesimi di secondo che lo separano dal primo invece di stringergli la mano. E’ la cultura della sconfitta di decoubertiana memoria, se non ce l’hai sei fritto perché alle volte si può arrivare
secondi nella vita.
Invece di sottolineare come, in un sistema di voto del genere, che si avvicina automaticamente al modello bipartitico americano, sarebbe auspicabile costruire un Partito Democratico ed uno Repubblicano o Conservatore e darsi battaglia durante i cinque anni di permanenza al governo e durante le elezioni, gli esponenti del centro-destra preferiscono sputare veleno addosso alla loro controparte politica, accusando loro di aver vinto di poco!
D’altronde è quello che il Cavalier Cortese ha insegnato loro fin da piccoli: gettate fango sul nemico, accecatelo, rendetelo ridicolo, fate in modo che la gente si vergogni di loro. Per due mesi, nelle sue apparizioni televisive Lui si è limitato ad abbaiare contro i suoi avversari, né più né meno come faceva Mussolini.
Già il dittatore, rappresentato dalla coalizione di centro-destra da sua nipote che si approfitta del buco di cultura lasciato in eredità dalla C.I.A. e dalla Democrazia Cristiana nel dopoguerra che, impaurite da una possibile vittoria dei comunisti, hanno volutamente cancellato dai libri di testo delle elementari e delle medie la storia della dittatura fascista e della Seconda Guerra Mondiale.
Qualcuno di voi si ricorda per caso di aver studiato gli avvenimenti del ventennio alle medie? E il secondo conflitto mondiale, anyone? L’ignoranza crea dei mostri abnormi, impossibili da abbattere e il nostro paese si è fatto il bagno in questa disconoscenza voluta-imposta dall’alto per troppi lunghi anni.
Il voto degli italiani all’estero favorevole alla coalizione di centro-sinistra la dice lunga, basta uscire fuori dall’Italia e le cose diventano più chiare: provate a dire ad un tedesco che qui da noi
la nipote di Mussolini fa politica, si metterà a ridervi in faccia, provate a pensare alla possibilità di un politico tedesco nipote di Hitler, vi sembrerebbe plausibile? Bèh, qui da noi succede!
Provate a spiegare ad un americano che il nostro premier uscente (thanks god! ^_* ) possiede il controllo di tre reti televisive, buona parte della stampa e una famosa squadra di calcio oltre che d’assicurazioni, compagnie di viaggi etc. e che, per liberarsi di questi palesi conflitti d’interesse, cede le sue attività al figlio, lo vedrete accasciarsi al suolo ridendo come un bambino.
E’ lo scotto da dover pagare, in uno dei paesi più importanti e belli del mondo ci sono i peggiori politici, mica vorreste avere la botte piena e la moglie ubriaca, no?

Stranezze della rete

www.borgopulciano.it
bah…….

La figlia comunista di Bellachioma

Per ‘Al Cerone’ una figlia comunista? di sicuro una figlia strafiga!
Sono comunque clamorose le dichiarazioni di Barbara Berlusconi (nella foto quella bionda!), al programma “Le invasioni barbariche” di La7 condotto da Daria Bignardi: “Sono favorevole ai Pacs perchè credo che sia giusto riconoscere i diritti alle coppie di fatto, anche se penso che la nostra società in ciò non sia ancora pronta. Ai miei figli? Non farei mai vedere Buona Domenica e i reality di Mediaset: non mi piacciono”. Alla fine la giovane Barbara ha concluso con un: “Faccio i miei auguri a Romano Prodi di un buon mandato”.
Non sarà molto contento- si immagina- il padre Silvio delle opinioni della figlia (che sia comunista?). Ora si capisce perchè non dorme con lei da parecchi anni…

Botta di poesìa: "Undici Aprile"


Il nano fu.
Siccome immobile,
dato il mortal tacco,
stette il pelo immemore
calvo di tanto spirò.
Accendi il cervello spegni mediaset!!

Older posts