Pasquale Caterisano Blog

Dico la mia spesso e volentieri

Month: agosto 2006 (page 1 of 8)

Paleoastronautica: elicotteri egiziani

elicotteri egiziAlcuni anni fa, nel Tempio di Abydos, uno dei pannelli in pietra recante dei geroglifici, a circa 6 metri di altezza, si distaccò dal muro e cadde a terra frantumandosi. Ma questo pannello fungeva da copertura per uno più vecchio che recava immagini in rilievo che hanno un’insolita somiglianza con velivoli moderni.


Vale la pena ricordare che tra gli antichi reperti egizi, è esposto al Museo del Cairo (nel quale non è possibile fare foto o riprendere con la videocamera, se non sborsando cifre assurde ) un modello del cosiddetto “aliante”, lungo 15 cm e con un’apertura alare di circa 20 cm. Costruito con leggero legno d’acero, se lanciato con una mano è in grado di planare agevolmente ad una certa distanza. Altri modelli di antichi aerei sono stati ritrovati in Egitto e in Sud America. Nell’antica letteratura dell’India ci sono innumerevoli riferimenti alle macchine volanti. I testi sanscriti sono ricchi di riferimenti agli dei che combattevano battaglie nei cieli usando i “Vimana” equipaggiati con armi ben più mortali di quelle che noi “evoluti” possiamo concepire. Ad esempio, si legge nel Ramayana:”La macchina Puspaka che assomiglia al Sole e appartiene a mio fratello fu portata dal potente Ravan; questa eccellente macchina volante può andare dappertutto a piacimento…. questa macchina pare una nuvola luminosa nel cielo.”
“…e il Re Rama salì a bordo e la macchina eccellente, al comando di Raghira, si sollevò nell’atmosfera più alta.”
Se vi interessa l’argomento, provate tramite un motore di ricerca a cercare “ancient vimana aircraft”.

Nuova Renault Twingo

renault twingo 2006

A gennaio il nuovo sistema operativo Microsoft Vista™


Non è ufficiale, ma è come se lo fosse: Vista e Office 2007, dopo un’interminabile sequela di annunci e rinvii durata anni, saranno sugli scaffali il 30 gennaio del prossimo anno. Nessun comunicato Microsoft, ma un’informazione forse sfuggita, forse no – il dubbio è d’obbligo – al direttivo di Amazon dopo un colloquio informale con i responsabili di Redmond. E Vista è già virtualmente sugli scaffali del negozio online con prezzi che vanno dai 100 ai 400 dollari.

Scarlett Johansson

scarlett_johansson_w_38901k.jpg
scarlett johansson hot naked sex nude

Jeremy Clarkson prova l'Alfa Romeo 147 GTA in Top Gear

Storica puntata di Top Gear dove Jeremy si produce nel famoso: “Non solo le batte, ma le annulla completamente” ( si riferiva alla manifesta superiorità di Alfa Romeo 147 GTA nei confronti della focus Rs e della Golf R32)
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=rMRBhClijZc]

Totò Cuffaro a Samarcanda nel 1991

Staffetta del 1991, Samarcanda di Michele Santoro e il Maurizio Costanzo Show, in onore dell’imprenditore Libero Grassi, che denunciò collusioni tra mafia e politica pagando con la vita.Tra gli ospiti del Maurizio Costanzo Show, Giovanni Falcone.
[googlevideo=http://video.google.com/googleplayer.swf?docId=1054793156825213625&hl=it]

Lancia Ypsilon restyling

Ypsilon FLDopo le immagini in anteprima già apparse in rete, ora il sito belga AutoScoops pubblica alcuni dettagli sulla prossima Ypsilon, che probabilmente sarà presentata in occasione dei festeggiamenti Lancia alla Mostra del Cinema di Venezia, forse insieme alla maquette della futura Delta o HPE o Beta
La nuova Ypsilon verrà mostrata ufficialmente al pubblico in occasione del prossimo Salone di Parigi; cambia un poco l’estetica, con modifiche a fari, scudi paraurti e ad altri dettagli, pur rimanendo sostanzialmente fedele alle forme originarie; per i motori, si parla dei benzina 1.2 da 60 CV, 1.4 da 77 CV, 1.4 16v da 95 CV e dei turbodiesel 1.3 MJ da 75 e da 90 CV. Interessante anche la notizia di una nuova versione Ypsilon Sport, che sarebbe ancora più intrigante se riproponesse alcuni elementi del prototipo Sport di Zagato (ultima foto): in particolare, montanti e tetto in nero opaco e tetto ribassato. Attendiamo ora il comunicato ufficiale.
ypsilon FL

Ypsilon Sport
Via autoblog.it

La rivoluzione fon

fon wifi sharingCondividere la propria connessione internet via wi-fi creando un enorme network a cui gli utenti registrati potranno accedere: questo l’obiettivo di Fon una società spagnola che ha saputo catalizzare investimenti da parte di Skype, Google, Sequoia Capital e Index Ventures.
L’idea di fondo ha dei principi contradditori: da una parte la condivisione libera della rete e dall’altra la possibilità di lucrare sugli accessi.
Procediamo con ordine però e descriviamo brevemente il principio di Fon. Un utente Fon, dopo essersi registrato sul sito ufficiale dell’iniziativa, metterà a disposizione della comunità il proprio accesso internet attraverso un link wi-fi. Questa operazione avviene aggiornando il firmware del router/access point con una versione appositamente rilasciata da Fon.
Per chi non intende sobbarcarsi le operazioni di aggiornamento del firmware e configurazione, Fon fornisce un router della serie WRT54 pronto all’uso per la cifra di 25 Euro.
Al momento viene supportato solo il diffusissimo modello Linksys WRT54 nelle sue varie versioni, ma accedendo al forum dedicato alla comunity si possono trovare utili informazioni anche per altri dispositivi.
Sono previste 3 tipologie di utente Fon la cui definizione farà sicuramente sorridere: i Linus sono coloro che decidono di condividere in modalità free la propria connessione potendo accedere al network in modo gratuito, gli Alien sono invece coloro disposti a pagare (5 Euro al mese) per accedere alla rete e non condividono nulla, mentre un ultimo profilo viene denominato Bill e contraddistingue utenti che intendono guadagnare in base agli Alien che si collegano al proprio router.
Il servizio sarà in fase beta fino alla prossima estate e solo allora verranno attivati i profili Alien e Bill.
Una funzione interessante disponibile sul sito di Fon è la visualizzazione grafica attraverso le mappe di Google dei vari access point, o HotSpot free, disponibili nel mondo; attualmente una discreta diffusione si registra in Spagna e USA anche se i prossimi mesi saranno sicuramente carichi di novità.
Su alcune testate straniere è già stato fatto osservare che condividere l’adsl con terzi non è un’operazione lecita e prevista dai contratti di sottoscrizione; Fon fa però notare che tale particolare non costituisce un grosso problema poichè parecchi operatori si sono dichiarati interessati all’iniziativa e non è escluso che venga loro riconosciuta una percentuale per il servizio fornito. Sono ovviamente dichiarazioni che dovranno essere confermate dai diretti interessati.
A parte i dettagli del servizio è interessante rilevare i calibri delle società che partecipano all’iniziativa: Google, Skype, Sequoia Capital e Index Ventures hanno infatti deciso di investire parecchi soldi nell’iniziativa.
Queste scelte possono essere lette in molteplici modi: l’iniziativa di Fon è solo l’inizio di una serie più articolata di progetti o molto più probabilmente il pool di aziende ha deciso “sondare” il terreno verificando quanto certi modelli di business possano essere seguiti o meno.
Ulteriori informazioni sono disponibili a questo indirizzo.

Mila e Shiro: che tristezza!!! :-(

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=TBX3y5Dm56g]

Crissy Moran

crissy-moran.jpg

Older posts