Pasquale Caterisano Blog

Dico la mia spesso e volentieri

Month: maggio 2007 (page 1 of 6)

BBC presenta…

Clamorosa dichiarazione di Maurizio Turco, deputato della Rosa nel Pugno

 Dichiarazione di Maurizio Turco, deputato della Rosa nel Pugno, segretario della Commissione Affari Costituzionali:
“Chi sostiene che mandare in onda il filmato della BBC sia un “attacco al Papa” non conosce i fatti. Se non altro l’ultimo di una lunga serie: se Ratzinger non fosse stato eletto Papa si sarebbe dovuto presentare di fronte ad un tribunale americano, fatto scongiurato dalla richiesta di Ratzinger di avvalersi dell’immunità diplomatica in quanto Capo di
Stato.
Se qualsiasi paese avesse diramato le disposizioni del 1962, ribadite e rafforzate da Ratzinger nel 2001, l’intera comunità internazionale sarebbe insorta . e la Repubblica italiana avrebbe denunciato il Concordato del 1984, visto che la Santa sede si impegnava al pieno rispetto della sovranità dell’ordine Repubblicano, quando invece la violava (e la viola).
Se il filmato della BBC sarà censurato è l’ora di prendere atto che se a Smirne manifestano  per difendere la laicità a Roma bisogna lottare per conquistarla.”

Cesenatico: chiesto il rinvio a giudizio per il prete pedofilo

CESENATICO – Il pm Fabio Di Vizio ha chiesto il rinvio a giudizio per don
Giuseppe Giacomoni, il sacerdote di Cesenatico arrestato lo scorso 10
ottobre dagli agenti della Squadra Mobile di Forlì con l’accusa di pedofilia
e sfruttamento della prostituzione. Il sacerdote si trova agli arresti
domiciliari dopo essere finito in carcere anche per inquinamento di prove.
Indagati anche il ristoratore di Cesena Giuseppe Farnedi e il rumeno Dan
Joan Cilean.
Don Giuseppe Giacomoni, che ha gestito la comunità ’’Arcobaleno’’ di
Villamarina’’ è ritenuto di esser colui che che ha creato il giro di
prostituzione minorile. Difeso dall’avvocato Giancarlo Savoia ha sempre
respinto le accuse.
Il ’’commendator’’ Giuseppe Farnedi, noto albergatore e ristoratore, difeso
dall’avvocato Roberto Roccari, è accusato di aver giovato di un rapporto
sessuale a pagamento con un minore potrebbe chiedere il patteggiamento.
Il 26enne Dan Joan Cilean aveva conosciuto alcuni anni fa don Giacomoni
nella struttura ’’Arcobaleno’’ dove ci finì per reati contro il patrimonio.
Difeso dall’avvocato Vincenzo Gallo, è ritenuto il braccio destro del
sacerdote. Molto probabilmente verrà giudicato per rito abbreviato.

La famiglia cattolica uccide ancora

Come a Cogne, come a Erba, la famiglia cattolica uccide ancora in modo barbaro e aberrante.
Le violenze ai danni della donna andavano avanti da anni, ma come sempre per le criminali autorità cattoliche quello che conta è nascondere tutto sotto il tappeto per dare all’esterno l’immagine falsa della famiglia da Mulino Bianco. Il parroco consigliava di tacere e sopportare. “Ci penserà il buon Dio”, diceva.
S’è visto come c’ha pensato, il tuo stracazzo di cristo.
Il primo pensiero dell’uomo, quando ha lasciato la sua abitazione di Compignano per recarsi in caserma, è stato per i funerali della moglie: “Al di là del disagio che sta vivendo, c’è questa ulteriore amarezza di non poter essere oggi alle esequie” hanno detto i soliti avvoltoi eeehhmm avvocati.
Fino alle 4 del mattino era stato, insieme al suocero, a pregare la salma della moglie, nella camera ardente allestita nella chiesa di Morcella, frazione di Marsciano, dove ieri si sono svolti i funerali della donna. State certi che fr apochissimo conl’aiuto di qualche “parroco” di quart’ordine ci sarà la solit aletera con richiesta di perdono ed il relativo ionizio del’revisionismo evangelizzante dell’assassino.
Tra l’altro, è probabile che gli inquirenti stiano cercando di appurare se e come Spaccino ha ricevuto aiuto da terze persone: se non nell’uccidere, almeno, nelle ore successive, nel tentativo di crearsi un alibi e nel sostenere una versione, quella della rapina, apparsa subito poco credibile agli investigatori.
Altro splendido caso di famiglia cattolica che cerca di mettere i bastoni tra le ruote della giustizia. A proposito a quando l’incriminazione per il marito ed il padre della Franzoni per depistaggio delle indagini?
Durante l’omelia, monsignor Gualtiero Sigismondi, vicario generale della diocesi di Perugia, ha detto che “ci vuole, sì, il perdono, ma anche la ricerca della giustizia, perché il perdono senza giustizia è una caricatura, e la giustizia senza perdono è solo un odio“.
E sii caro monsignore ci vuole il perdono…. ma bbaaaafffaanccuulooo va!!!
Continue reading

Nuovo prete pedofilo in Toscana

Arezzo: sacerdote indagato per molestie sessuali
AREZZO – Dopo il caso dell’ex sacerdote fiorentino Don Lelio Cantini,
accusato di violenze sessuali, un altro parroco finisce nei guai in Toscana.
Ad Arezzo un prete che gestisce un centro per minori e’ finito sotto
inchiesta. La squadra mobile aretina ha perquisito la sagrestia e il centro
che accoglie ragazzi in difficolta’ gestito dal sacerdote assieme alla
madre, anche lei indagata per maltrattamento e abuso di metodi correzionali.
(Agr)
http://www.toscanatv.com/leggi_news?idnews=NL070251
Violenza sessuale: indagato parroco ex francescano
17/04/2007 – Il pm della procura di Arezzo Ersilia Spena ha indagato un ex
francescano, adesso parroco in periferia ad Arezzo, per violenza sessuale,
maltrattamento e abuso di metodi correzionali.
L’ avviso di garanzia e’ stato recapitato al sacerdote contestualmente al
mandato di perquisizione della comunita’ per minori difficili che il
sacerdote gestisce assieme alla madre anche quest’ ultima indagata per
maltrattamento e abuso di metodi correzionali che e’ stata effettuata dalla
squadra mobile della questura di Arezzo. Secondo quanto appreso, la
contestazione del reato di ’violenza sessuale’ rubricata dal magistrato
sarebbe relativa all’ aver fatto assistere minori ad atti sessuali.

Kristanna Locken

kristanna-loken.jpg

Alfa Romeo X-Over

Ennesimo caso di prete pedofilo

Un altro prete denunciato per pedofilia a Roma
http://www.italiatv.it/storacetv/comunicati/vedi.php?id=21057

Ennesimo sacerdote indagato: pedofilia in confessionale
Abusi sessuali su due bambine di 10 anni anche durante la confessione. E’ l’accusa
mossa dalla procura di Roma nei confronti di E.M., sacerdote di 48 anni; il
pm Francesco Scavo ha chiuso l’inchiesta nei suoi confronti con il deposito
degli atti, passo che prelude a una richiesta di rinvio a giudizio. Il
magistrato ha ipotizzato a suo carico il reato di ’atti sessuali con
minorenne’ (articolo 609 quater del codice penale) perche’, “avvalendosi
della qualita’ di padre spirituale delle bambine che frequentavano il corso
di catechismo presso la parrocchia Santa Rosa da Viterbo ed approfittando
pertanto dell’autorita’ che tale qualifica rappresentava, in ripetute e
diverse circostanze (anche in occasione del rito della confessione), dopo
averle condotte nei locali della sagrestia e dell’appartamento all’interno
della parrocchia ed adibito a sua privata dimora, accarezzava loro in piu’
occasioni il corpo cingendo loro le braccia intorno al collo, le stringeva a
se’ e le baciava sul viso e sulla bocca con la lingua”. All’indagato vengono
contestate le aggravanti “di aver commesso il fatto su persone minori degli
anni dieci affidate alle sue cure per ragioni educative, religiose e
comunque di istruzione, nonche’ nei momenti in cui nei confronti delle
stesse aveva un obbligo di custodia o comunque di vigilanza”. Secondo il
magistrato, che ascoltera’ il sacerdote, il quale ha chiesto di essere
interrogato, gli abusi si sarebbero prolungati, nella parrocchia, nella zona
di Tor di Quinto, nella capitale, fino alla scorsa primavera.

La chiesa giustifica la schiavitù

La schiavitù scomparve gradatamente nel Medioevo, anche se mai del tutto, venendo sostituita dalla servitù della gleba, per ragioni economiche e sociali che poco hanno a che vedere con la diffusione del cristianesimo. La Chiesa per parte sua, oltre a ritenere normale lo sfruttamento dei servi della gleba, e il loro asservimento ai feudatari laici ed ecclesiastici, giustificò l’uso degli schiavi.
L’affermazione di Paolo nella Lettera ai Galati, secondo cui “non vi è più giudeo né greco, né schiavo né libero”(7), di solito citata a riprova di quell’uguaglianza fra gli uomini che sarebbe stata predicata dal cristianesimo, riguarda, come al solito, l’altra vita. In questa, raccomanda Paolo nella Prima Lettera a Timoteo, “quanti sono sotto il giogo schiavi, d’ogni
onore stimino degni i propri padroni. E quelli che hanno i padroni credenti, non li disprezzino, per il motivo che sono fratelli, ma piuttosto li servano bene” (8). Anche il vescovo Ignazio, all’inizio del II secolo, avvertiva che gli schiavi convertiti al cristianesimo “non devono insuperbire, bensì compiere ancor più diligentemente il proprio lavoro di schiavi in onore di Dio” (9).

Continue reading

Quando Silvio andava KO

Ora chiede le dimissioni di Prodi. Ma quando perdeva lui perché non si dimetteva? E’ incredibile l’incoerenza politica di Silvio Berlusconi: è stato il premier meno riconfermato dalle successive elezioni, ed ora, ha il coraggio di affermare che se l’Unione perde le prossime elezioni amministrative (vi ricordo che non si rinnovano città importanti come Roma, Milano, Napoli, Firenze o Bologna) si deve tornare al voto.
Eppure vorrei ricordare al signor Silvio Berlusconi le pesanti sconfitte subite nel quinquennio di governo 2001-2006:
1) Elezioni amministrative 2003: l’Unione strappa alla destra città importanti come Pescara, Ragusa ed Udine e conferma Pisa, Massa e La Spezia.
2) Elezioni europee 2004: le forze di centro-sinistra arrivano al 46.1% superando la coalizione del centro-destra, ferma al 45,4%.
3) Elezioni regionali 2005: forse il più importante banco di prova per Berlusconi ma perde miseramente. Il centro-sinistra vince in 12 regioni, Berlusconi in sole 2 regioni (Veneto e Lombardia)
4) Elezioni comunali 2005: risultati clamorosi. Provate a fare i confronti (è tutto scritto nei link).
5) Elezioni politiche 2006: vittoria del centro-sinistra, certo di poco, ma grande vittoria di Prodi.
Un pò di coerenza caro Berlusconi. Lei quando si sarebbe dovuto dimettere, mi scusi?
Inoltre non ho voluto ricordarLe quest’altra importante vittoria, forse la più importante.
Ma per piacere, un po’ di coerenza.
tratto da: rinascitanazionale.ilcannocchiale.it

Older posts