Pasquale Caterisano Blog

Dico la mia spesso e volentieri

Month: dicembre 2008 (page 1 of 2)

Gli italiani che votano berlusconi sono "cretini"?

L’Italia di Berlusconi è poi tanto diversa dalla piazza a cui si rivolse Ponzio Pilato? Tra Gesù e Barabba, l’Italia sceglie Barabba. Oddio: veramente in ballottaggio Gesù non c’è, e questo aiuta. I competitor di Berlusconi sono così deboli, così poco affascinanti, così poco credibili, così deludenti quando sono al governo…
Comunque: Silvio è Barabba? E soprattutto: questo paragone non dimostra l’ossessione nei confronti di Berlusconi?
Problema: c’è una parte notevole degli italiani che non considera un problema la storia giudiziaria di Berlusconi. Attenzione: il problema non è la sua condanna in tribunale. Questa non c’è stata, perché la prescrizione lo ha salvato sette volte; e perché (secondo quanto risulta dal processo Mills, interrotto dall’approvazione del lodo Alfano) alcune assoluzioni sono state guadagnate pagando un testimone affinché non dicesse la verità . Ma non è su questo che vorremmo accanirci. In un paese eticamente sensibile tutto ciò (le sentenze, il piano giudiziario) sarebbe semplicemente superfluo. L’essenziale sarebbe altro: i fatti, i comportamenti, prima delle sentenze, a prescindere dalle sentenze. àˆ un fatto che che alcuni suoi collaboratori (Berruti, Previti…) sono stati condannati: per aver ammorbidito con tangenti le verifiche fiscali nelle aziende di Berlusconi, per aver comprato sentenze che davano a Berlusconi la Mondadori… Questo sarebbe sufficiente a un’opinione pubblica eticamente sensibile per considerare Berlusconi moralmente responsabile dei reati commessi dai suoi collaboratori. Hanno fatto di testa loro? E allora perché non sono stati cacciati, ma sono stati anzi premiati da Berlusconi con comodi posti in politica?
Evidentemente l’opinione pubblica in Italia non è eticamente sensibile.
Spiegazione 1: è la nostra storia, la nostra eredità di paese senza rivoluzione borghese, senza rivoluzione protestante.
Spiegazione 2: da 15 anni siamo mediaticamente bombardati dalla propaganda berlusconiana, che ha convinto una parte della pubblica opinione che Silvio Berlusconi è vittima di una persecuzione politico-giudiziaria; sembra strano che qualcuno possa crederci, ma è così.
Spiegazione 3 (di solito dimenticata): in Italia abbiamo classi dirigenti di cattiva qualità . Sono le élite (politiche, imprenditoriali, culturali…) a mediare le informazioni e i convincimenti tra i vertici del potere e la pubblica opinione. Nel nostro paese sono, evidentemente, in gran parte deboli, serve, corrotte, vendute, perché fanno finta di non stupirsi di ciò che pure vedono, di credere a ciò che pure sanno incredibile. Sono, come sempre nella storia italiana, mosche cocchiere che credono di guidare il mostro. Più modestamente, si ritagliano il proprio tornaconto in ogni situazione, sempre a disposizione di chi vince, evitando la fatica di andare controcorrente.
Gianni Barbacetto

Io e Tea


Tea, novembre/dicembre 2008, originally uploaded by Bourne1.

Daddy Pio Superstar

SG Rotondoland

Nel frenetico tentativo di inseguire le mode e rimanere al passo coi tempi, la Chiesa Cattolica, come si sa, ha da tempo avviato un ambizioso programma di restyling, volto a contrastare i suoi più temibili concorrenti nel campo dell’intrattenimento e del fantastico, come la Walt Disney Corporation.
Eh già, perché per conquistare le menti dei fedeli più giovani non bastano più CD di omelie papali accarezzate dal magico timbro di una Fender Stratocaster, o megaraduni di papaboys in stile rave party comprensivi di traffici di ostie e Zigulì.
Ecco quindi che l’Ufficio Marketing della millenaria azienda ha annunciato un cambio di testimone per “Actor Dei“, l’ormai famoso musical che ripercorre la vita e le opere di San Pio, ma a tempo di ROC.
Yeaah.
Nell’ottica di un rinnovato dialogo con le altre confessioni, in particolar modo con il mondo islamico, è stato presentato in conferenza stampa colui che interpreterà il frate di Pietrelcina da giovane. Si tratta di un famoso attore dal sapor mediorientale (con gli occhi neri e quella bocca da baciare), già protagonista di numerose serie sull’emittente araba Al Jazeera nonché mattatore indiscusso nella famosa fiction statunitense “Enduring Freedom”, un’interpretazione che gli è valsa la candidatura ai Golden Globe (e al suo co-protagonista la presidenza degli Stati Uniti).
Intervistato da Suora Moderna, l’attore si è dichiarato molto onorato per un ruolo che sente particolarmente affine alla sua sensibilità religiosa, anche se – ha specificato – alcuni passaggi della vita del santo gli sono sembrati eccessivamente acritici e forse troppo vicini ad un preoccupante fanatismo religioso.
Sotto, l’impressionante somiglianza tra il giovane attore (a destra) e il famoso leader religioso.

padri pii

FONTE: www.donzauker.it

Natale Laico

[youtube=http://it.youtube.com/watch?v=rvjZXcwVXOU]

La Nissan 370Z batte la BMW 135i Coupé

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=i8Po7XrQYIE]

Kakà palleggia con due palloni. Incredibile!!

[youtube=http://it.youtube.com/watch?v=ZsxOmyWan4g]

Cutting Crew – (I Just) Died In Your Arms [1986]

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=CmR65FHcJ6s]

A natale non comprare animali…ADOTTALI!!!

Scontro frontale nel PD: Parisi attacca Veltroni

Siamo alla guerra interna nel Partito Democratico, una guerra che sul piano politico e prospettico, rischia di mandare in frantumi il loft Veltroniano, con buona pace di tutti e per un rapido ritorno – prima delle Europee – alla situazione partitica precedente il monster Gad-Fed-Ulivo-Unione-PD che nella sua mutazione genetica ha prodotto una creatura che oggi è impossibile definire “democratica”.

Il j’acuse ai vertici del PD più violento viene proprio da Arturo Parisi che oggi , dalle pagine del Corriere della Sera accusa “Ma con quale coraggio Veltroni si permette di dimenticare che tra le ‘bellissime’ parole del Pd e i ‘pessimi’ fatti degli altri, nel nostro partito a latitare sono proprio i ‘fatti’?”. Secondo l’ex ministro della Difesa, si legge nella lettera pubblicata dal Corriere, il Pd e’ un partito “senza democrazia”, visto che “la democrazia diretta dei nostri elettori e’ servita solo per eleggere il segretario alle primarie e la rivendicazione di questa investitura serve solo a metterlo al riparo dal successivo esito del voto alle elezioni”.

Insomma l’ex-Ministro della Difesa ha usato l’artiglieria pesante per iniziare a demolire Veltroni e il suo Partito Democratico con una accusa neanche tanto velata di “mancanza di democrazia” e dove manca la democrazia nascono le dittature… anche nel Partito Democratico.

http://www.ecodelpalazzo.com/scontro-frontale-nel-pd-parisi-attacca-veltroni.htm

Usa: Staff di Obama irritato per politica filo-russa di berlusconi

“Rapporti sbilanciati con la Russia, sviluppo di energie alternative, invio di truppe scelte in Afghanistan e basi per soldati del ‘Comando Africa’: sono queste le quattro priorità ch Hillary Clinton si troverà a gestire nei rapporti con l’Italia dopo l’insediamento al Dipartimento di Stato, a fine gennaio”. Lo scrive oggi La Stampa.
Secondo quanto riporta il quotidiano torinese, lo staff di Obama non vede di buon occhio la politica filo-russa del governo Berlusconi, che è fonte di preoccupazione “per due motivi. Primo: Mosca è la capitale che più ha sfidato Obama, accogliendolo con le minacce sullo schieramento dei missili a Kaliningrad e le visite-Show di Dmitri Medvedev a Cuba e in Venezuela. Secondo: la dipendenza energetica dell’Europa dalla Russia è uno dei nodi strategici che l’amministrazione Obama si propone di risolvere con un approccio a lungo termine basato sullo sviluppo di energie alternative”.
Inoltre, prosegue La Stampa, il nuovo segretario di Stato, Hillary Clinton, chiederà all’Italia un maggiore impegno in Afghanistan con l’invio non solo dei Tornado ma anche di “reparti speciali”, “ma sul fronte della lotta al terrorismo c’è un’altra novità in arrivo: il dispiegamento nel nostro paese di reparti di truppe Usa dipendenti dal nuovo ‘Comando Africa’ e non da quello Nato”.

Older posts