Pasquale Caterisano Blog

Dico la mia spesso e volentieri

Month: maggio 2010

Facebook, "gogol" e la speranza del futuro

Facebook, che ha cambiato la storia recente e non solo di internet, mi ha dato l’opportunità di conoscere persone a me simili con le quali condivido molte cose: idee, speranze, passioni.
In una vita solo offline non avrei avuto modo e maniera di poterne apprezzare le loro qualità morali e condividerne i percorsi, ne tantomeno azzardare l’ipotesi della loro semplice esistenza; eppure queste persone c’erano, ed io non le avrei mai conosciute. Non avrei mai condiviso fortemente con loro le mie idee e passioni. E’ indubbio che facebook abbia dato un forte valore aggiunto alla mia vita.
Dunque, un sentito e doveroso grazie va al social network americano, non solo per darmi la possibilità di passare qualche ora di svago, ma anche di avermi permesso di migliorare tramite la condivisone di conoscenze comuni con altri e di aver smascherato anche i finti, gli ipocriti, i razzisti, i fascisti a me vicini; persone, amici e parenti delle quali non conoscevo tali “storture”.
In un certo qual modo il social network funge da valvola di sfogo comune, un’agorà dove palesarsi definitivamente per quello che si è, immolandosi sull’altare della finta privacy e del finto perbenismo.
Prima c’erano usenet, i forum, le chat (spesso usate a sproposito) e di recente i blog, ma facebook va oltre, racchiude tutti questi, è puro concentrato di rete via web, è l’internet nell’internet.
Esiste un mondo 2.0 e questo è facebook. Possiamo tranquillamente cambiare le date del mondo in era pre e post facebook. Oggi sono solo 400 milioni gli utenti ed in moltissimi (falsi) guru ne prevedono la fine, io dico che facebook arriverà fra pochi anni tranquillamente al miliardo di utenti. Google attenta.
In sostanza il social newtwork americano, non solo ha rivoluzionato la comunicazione condivisa su internet, ma questo ben presto avrà riflessi concreti sulla società, pensate solamente ai gruppi di opinione (tipo il popolo viola) nati dal nulla dentro il social network; altro che predellino, altro che discesa in campo di magnati ad personam, altro che “Gogol”, il bello deve ancora venire e facebook travolgerà la gerontocrazia prima di quanti tutti immaginano. Obama fu il primo, Clegg il secondo, da noi grazie alla rete c’è Grillo ed alle polictiche del 2013 (o prima) ne vedremo delle belle.
Pasquale Caterisano

Ancora un mare di soldi, che avrebbero potuto salvare il mondo, sprecati per banche e finanza pubblica.

Ci risiamo. Dopo gli 850 miliardi di dollari del piano crisi 2008/09 da parte degli americani, ancora una volta una marea di liquidità viene immessa nel mercato per salvare l’economia globale, stavolta da parte dell’unione europea per la propria moneta unica.
Visto il susseguirsi delle crisi mondiali, dovute più che altro al fallimento di un sistema economico globale ormai arrivato alla sua fine, che non tiene conto dei veri problemi del pianeta, ma che fa si che in pochi detengano il massimo del potere a scapito della quasi intera popolazione mondiale, sarebbe stato forse il caso di far saltare il banco una volta per tutte e ripartire da zero con la possibilità di un vero rinnovamento globale. Sarebbe veramente ora di dire basta alle politiche dettate da corruzione e da interessi di pochi a scapito di molti e basta a governi che prendono in giro i propri cittadini.
La cosa più scioccante è stata quando stamane mi sono divertito a fare un semplice calcolo matematico ponendomi questa domanda: “ma non sarebbe stato meglio suddividere tutti questi soldi per ogni singolo essere umano invece che per salvare ancora una volta un sistema economico che difatto si è dimostrato fallace ed ormai vetusto?”
Beh provate pure voi a prendere una calcolatrice e suddividere l’importo totale della liquidità immessa delle crisi 2008/10 per l’intera popolazione mondiale (mille e trecento miliardi di euro circa, per sei miliardi e mezzo di persone) ed avrete il risultato che ad ogni essere umano al mondo, compresi neonati ed anziani, toccherebbe una cifra superiore ai 200 mila euro a testa.
Di colpo sarebbero risolti tutti i problemi del pianeta, abbattendo le ingiustizie e la povertà e dando impulso violento ai consumi di un’economia globale che stenta a crescere. Immaginate solamente come si risolverebbero in un lampo i problemi legati alla fame nel mondo ed all’accesso ai medicinali. La disponibilità di liquidità avvantaggerebbe il ripartire dei consumi, favorendo altresì la nascita di nuove piccole e medie imprese,  dando una possibilità anche a chi non l’avrebbe mai avuta.
D’un colpo risolte questioni come il terzo mondo, di colpo cesserebbero le guerre, all’improvviso ci sarebbe il benessere generale diffuso e sarebbero cancellate le ingiustizie sociali ed anche il sistema bancario se ne avvantagerebbe nuovamente gestendo questa immane massa di liquidità a livello capillare. La democrazia regnerebbe sovrana ovunque.
All’improvviso però gli speculatori, subirebbero un colpo mortale, purtroppo sono proprio questi poteri forti che vogliono conservare le guerre, le crisi e l’instabilità, proprio per trarne, come sempre, proprio vantaggio a scapito della stragrande maggioranza degli esseri umani.
Una nuova consapevolezza sarebbe d’uopo; le genti del mondo, che tramite il media globale internet, sono ormai in contatto quotidiano, dovrebbero prendere coscienza di ciò e reagire finalmente uniti. Non dispero che ciò possa succedere a breve o stia già succedendo, il mondo per come è oggi non può continuare così ed accettare a lungo questa situazione, non più!

Pasquale Caterisano

pasquale@caterisano.net

APPELLO PER MARTA CROTTI


Ecco la sua storia:
http://www.corriere.it/cronache/10_aprile_09/pedofilo-arrestato-dopo-appello-chi-l-ha-visto_77a97fe0-43d7-11df-9c20-00144f02aabe.shtml
http://www.la7.it/news/dettaglio_video.asp?id_video=38175&cat=cronaca
http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo478664.shtml
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-ce64cf5b-ea94-4ae1-800e-7e21ffca534d.html
In questi 7 anni di processi, perizie, cure, terapie, per garantire la giustizia alla sua bambina, Marta ha dovuto prosciugare tutte le sue risorse.
Le è stata accanto sempre, trascurando tutto il resto.Questo le è costato la chiusura della sua attività professionale.ORA si trova in una situazione ESTREMAMENTE grave, nella quotidianità. Marta non ha i mezzi per ricominciare una vita. Noi vogliamo AIUTARLA IN CONCRETO con tutti i mezzi che ognuno di noi, nel suo piccolo potrà offrire.Lo facciamo nonostante Marta non abbia mai voluto si sapessero certe cose, per dignità, ma noi che le siamo state al fianco in questa battaglia, NON possiamo permettere che lei e i suoi figli non abbiamo il minimo indispensabile, per vivere.
CHIEDIAMO QUINDI:
1) UN CONTRIBUTO ECONOMICO, anche piccolissimo da versare su postapay 4023600456000605 intestata a Barbara Primaverile amica di Marta, anche se la carta è in suo effettivo possesso. ANCHE 1 EURO, QUELLO CHE A NOI PUO’ SEMBRARE POCO, PER LORO OGGI E’ VITA!!!! Questo serve per far fronte al pagamento di bollette in arretrato salvo il distacco immediato di tutte le utenze, mensa per i bambini, spesa per mangiare, benzina per portare i figli a scuola ecc, e svariate situazioni debitorie legate alla lotta che Marta ha portato avanti per sua figlia.
2) Trovare qualche contatto per avere subito un lavoro di QUALUNQUE tipo, zona Monza.(se vi necessitano delle informazioni sulle competenze di Marta scrivete all’amministratore del blog)
3) Qualunque sostegno materiale o pratico (spesa, buoni pasto, materiale scolastico x i bimbi, vestiti per i bimbi ecc)
VI INFORMIAMO CHE: la bambina veste una taglia L (maggiormente usa tute ginniche) e di scarpe usa il numero 41.-Il maschietto veste come taglia 10 anni (anche lui usa maggiormente tute ginniche) e di piede porta il 37. -Materiale scolastico (quaderni ecc) per classe 4° e 5°Chiunque volesse inviare qualcosa via posta può farlo all’indirizzo :
BUCCI MARIAGIOVANNA – VIA PAVONI 5/E – 20052 MONZA
VOGLIAMO PRECISARE CHE LA CARTA PREPAGATA E’ IN MANO A MARTA SENZA ALCUN INTERMEDIARIO, E L’INDIRIZZO DI SPEDIZIONE DELLA MERCE E’ DI UNA CARA AMICA DI MARTA CHE SI è OFFERTA DI FARE DA TRAMITE.
E’ MOLTO IMPORTANTE CHIARIRE CHE MARTA (SU ORDINE DELLA POLIZIA) NON DEVE DARE IL SUO INDIRIZZO DI CASA O FORNIRE DATI PERSONALI DATO CHE è STATA MINACCIATA.
Su internet sappiamo che sono nel tempo girate tante truffe in merito alla raccolta di fondi, ma non è questo il caso. Marta Crotti è sul web personalmente da quando ha cominciato la sua battaglia per trovare l’orco che rovinò sua figlia. E’stata su tutti i giornali e sulle televisioni di cararttere nazionale, quindi ogni dubbio lo potrete chiedere direttamente a lei, semplicemente cliccando sul suo nome.Non vogliamo che ci sia alcun dubbio in merito alla trasparenza di questa richiesta di aiuto.Marta è una persona vera, viva e ha bisogno di noi per rialzarsi.
Vi preghiamo di diffondere il messaggio a tutte le persone di vostra conoscenza affinchè possiamo essere d’aiuto ad una mamma-coraggio che ha perso tutto per difendere i suoi figli.
Facciamo tornare un pò di speranza ad una bambina a cui è stato tolto il sorriso. Aiutiamo una Famiglia a VIVERE ANCORA!!GRAZIE DI CUORE A TUTTI QUELLI CHE CI AIUTERANNO
http://www.facebook.com/group.php?gid=113903695302388
FATE GIRARE QUESTO MESSAGGIO AI VOSTRI CONTATTI