Pasquale Caterisano Blog

Dico la mia spesso e volentieri

Month: luglio 2010 (page 1 of 3)

Woodstock 5 Stelle – Beppe Grillo

Woodstock 5 stelle - Io ci sarò

via Woodstock 5 Stelle – Blog di Beppe Grillo.

Giappone, il video dell'orca che tenta di scappare dal delfinario

 Vergogna umani, chiudiamo i delfinari!
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=346GwT1Dt24]
Alcuni giorni fa, era il 4 luglio, una Pseudorca, Pseudorca crassidens, del Okinawa Churaumi Aquarium in Giappone ha tentato, durante uno spettacolo una tragica quanto disperata ma inutile fuga. Purtroppo, Kuru, questo il nome del cetaceo femmina, non è riuscita nel suo intento.
Era presente allo spettacolo un turista americano, secondo quanto riferisce il LA Times che ha inviato il documento a Ric O’ Barry allenatore dei delfini della serie televisiva Flipper e autore di The Cove, documentario sull’atroce morde dei delfini in Giappone. O’Barry ha riportato il tutto a Ap.
Secondo Hideshi Teruya, che gestisce il delfinario i Churaumi, la Pseudorca ha tentato per gioco di saltare fuori ma si è ferita leggermente anche se poi ha pranzato lautamente a base di calamari. Secondo O’Barry il mammifero ha tentato la fuga per scappare dalla drammatica cattività incompatibile con la sua natura: i delfinari sono scatole di vetro e cemento armato che alterano le capacità sensoriali e che a causa delle musiche e della presenza del pubblico fanno rimbombare suoni che disturbano pesantemente gli animali ospiti.  Di seguito altri due video Continue reading

E l'Italia riscopre i fiumi

Un revival inatteso, dovuto all’afa di luglio e alla crisi economica. La folla è tornata a invadere gli spiaggioni d’acqua dolce. Dal Po al Ticino, e non solo. Anche ignorando i cartelli di divieto


Meglio alzarsi presto, se si vuol trovare un buon posto nella spiaggia di sassi. “Io apro il mio chiosco alle 8,30 e la spiaggia è già affollata. Arrivano le famiglie con ombrelloni, gazebo, griglie, sedie, lettini. Alle 10, soprattutto il sabato e la domenica, in questo “mare dei poveri” c’è il tutto esaurito”. Daniela Ecobi, titolare del Bar del Ponte, da vent’anni vende panini e birre ai vacanzieri del fiume Ticino, a fianco del ponte di barche.
“Prima al chiosco c’era mio padre, e la gente è sempre venuta, magari una volta o due in tutta un’estate. I più anziani raccontavano che questo era il loro mare, quando non avevano i soldi per andare a Riccione o Rapallo. Adesso tanti sono tornati. Intere famiglie, soprattutto di Milano. Ci sono gli extracomunitari ma anche molte signore che vengono qui ad abbronzarsi e poi raccontano di essere state due settimane ad Alassio”. Sono trasparenti, le acque del Ticino. La corrente è forte. I bimbi giocano in acqua ed è tutto un grido. “Non andare più in là”. “Torna su che hai appena mangiato”.
Sembra di essere negli anni ’60 e il revival è firmato da due autori: l’afa di luglio e la crisi economica.
Se il fiume è inquinato e i cartelli annunciano il “divieto assoluto di balneazione”, basta far finta di nulla. Con il sole che spacca, se non ci sono i soldi per il pieno della macchina e l’autostrada, il “mare” sotto casa è l’unica alternativa al ventilatore nel condominio. Dal Santerno al Reno, dal Po al Ticino, breve viaggio nell’Italia che riscopre quelle che furono le prime vacanze low cost. Unica novità, rispetto ad allora, i cartelli dei divieti. La Provincia di Bologna, dopo avere visto le analisi di Ausl e Arpa, ha lanciato l’allarme. “Tutti i fiumi della provincia sono inquinati. I Comuni vietino subito la balneazione”.
Continue reading

Spagna, storico no alle corride La Catalogna le abolisce dal 2012

La regione è la seconda a proibire la tauromachia dopo le Canarie
Il parlamento catalano ha approvato questa mattina l’abolizione della corride nella regione con 68 voti a favore, 55 contrari e 9 astensioni. I parlamentari catalani hanno approvato ”un’iniziativa legislativa popolare”, sostenuta da 180.000 firme. Saranno proibite le corride con i tori a partire dal 2012. La Catalogna diventa così la seconda regione della Spagna a vietare la tauromachia, dopo l’arcipelago delle Canarie che l’ha fatto nel 1991.
Questa mattina davanti al Parlamento catalano, si sono riuniti decine di manifestanti pro e contro la corrida, reclamando da una parte ”la libertà”’ per gli amanti di questo spettacolo, e dall’altra la fine della ”tortura” dei tori.
“Ci sono alcune tradizioni che non possono restare congelate nel tempo. Non dobbiamo proibire ogni cosa, ma sicuramente le cose più degradanti”, ha detto Jose Rull, parlamentare del CiU, il partito nazionalista catalano, durante il dibattito.
via:

Spagna, storico no alle corride La Catalogna le abolisce dal 2012 – Repubblica.it.

Il solare costa meno del nucleare

Il sorpasso al prezzo di 0,16 dollari a chilowattora. L’energia atomica costerà sempre di più

I costi di energia solare e atomica (da Ncwarn.org)NEW YORK – Oggi negli Stati Uniti la produzione di energia solare costa meno di quella nucleare. Lo afferma un articolo pubblicato il 26 luglio sul New York Times, che riprende uno studio di John Blackburn, docente di economia della Duke University. Se si confrontano i prezzi attuali del fotovoltaico con quelli delle future centrali previste nel Nord Carolina, il vantaggio del solare è evidente, afferma Blackburn. «Il solare fotovoltaico ha raggiunto le altre alternative a basso costo rispetto al nucleare», spiega Blackburn, nel suo articolo Solar and Nuclear Costs – The Historic Crossover, pubblicato sul sito dell’ateneo. «Il sorpasso è avvenuto da quando il solare costa meno di 16 centesimi di dollaro a kilowattora» (12,3 centesimi di euro/kWh). Senza contare che il nucleare necessita di pesanti investimenti pubblici e il trasferimento del rischio finanziario sulle spalle dei consumatori di energia e dei cittadini che pagano le tasse.
Continua… Continue reading

«Hollywood» e «The Club», spunta anche un giro di escort

«Hollywood» e «The Club», spunta anche un giro di escort – Milano.


Dalle carte dell’inchiesta condotta a Milano su quanto accadeva nelle notti vip di alcuni locali della città, inchiesta che ha portato lunedì alsequestro delle discoteche «Hollywood» e «The Club» e all’arresto di cinque persone, emerge anche un notevole giro di escort, «reclutate appositamente per accompagnare le serate dei clienti» del «The Club». Nell’atto, dove compaiono parecchi omissis, sono riportate le testimonianze di alcune di queste ragazze «dedite alla prostituzione, giovanissime». «Si tratta di ragazze di varia nazionalità – annota il pm Frank Di Maio – che di loro iniziativa o perché assunte da vari personaggi che operano come pr per le serate, come le cosiddette ragazze immagine, intrattengono i clienti ai tavoli del privè, li inducono a bere alcolici in modo da aumentare l’importo del conto dei tavoli e successivamente consumano rapporti sessuali a pagamento fuori dai locali». Per il pm ciò è «estendibile» anche all’Hollywood, l’altra discoteca chiusa lunedì. Intanto mercoledì mattina, davanti al gip Giulia Turri, cominceranno gli interrogatori di garanzia delle cinque persone da lunedì agli arresti domiciliari.

IL POLIZIOTTO – Anche un poliziotto, ai tempi (gennaio 2008) in servizio presso il commissariato Garibaldi di Milano, avrebbe procurato le escort, reclutate per intrattenere i clienti del privè dell’Hollywood. Nell’atto del pm si passano in rassegna alcune «conversazioni che riguardano l’impiego di ragazze da utilizzare nei locali milanesi al fine di fare compagnia a tavoli composti di soli uomini». In tali conversazioni spunta il nome dell’Agenzia di modelle “Moravia”, mai individuata dagli investigatori. «Il tramite tra Gallesi (ex responsabile del privè dell’Hollywood e da lunedì ai domiciliari, ndr) e l’Agenzia – si legge nella richiesta – risulta generalmente tale Angelo», poi identificato in Angelo Pilato, «vice sovrintendente della Polizia di Stato».

«PRESI DROGA CON LA CANALIS» – Nella richiesta di custodia cautelare che il pm ha inviato al gip Giulia Turri risulta anche una deposizione che chiama in causa la Canalis. «Mi è capitato di fare uso di cocaina insieme ad altre persone tra cui Elisabetta Canalis, un tale Camillo Saviola, un certo Eliseo ed anche un tale Gianfri ed altre persone dello spettacolo, normalmente si tratta del cosiddetto giro del “The Club”», ha messo a verbale il 21 ottobre 2008 Karima M., una modella di origini parigine di 26 anni, sentita dal pm Frank Di Maio nell’ambito delle indagini sul giro di droga e di presunte mazzette nei locali della movida milanese, che ha portato agli arresti domiciliari cinque persone.

Continue reading

Costa Rei 2010

Muravera Sardegna

Segnalazione avvistamento cani abbandonati

334 1051030 memorizzate questo numero!

“Io l’ho visto” la campagna contro l’abbandono degli animali che agisce in modo attivo:Ascolta lo SPOT ognuno di noi con il proprio telefonino infatti potrà dare un grande contributo, fornendo in pochissimo tempo le informazioni necessarie per salvare un animale.
Dal 23 luglio a fine agosto 2010, grazie ad un accordo tra PRONTOFIDO, il sito di pronto intervento per animali smarriti e ritrovati, Radio 105, Radio Monte Carlo, Radio Virgin, Radio Bau e A.I.D.A.A. (Associazione italiana per la Difesa di Animali e Ambiente) sarà possibile inviare in tempo reale dal proprio telefonino un SMS per segnalare l’avvistamento di cani abbandonati e in pericolo solo sui tratti autostradali italiani.
Basterà fermarsi alla prima area di parcheggio o area di servizio e inviare il breve messaggio di testo con le coordinate più precise possibili al numero 334.105.10.30.
I messaggi saranno inoltrati immediatamente ai team-antiabbandono AIDAA che si attiveranno per il recupero del cane.
I TEAM-ANTIABBANDONO sono formati ognuno da 6 volontari che viaggiano su un mezzo ben riconoscibile e brandizzato “Io l’ho visto”. Maggiori dettagli saranno inviati dagli automobilisti più facile sarà intervenire e salvare gli animali!
Sui siti www.prontofido.net e www.aidaa.net saranno a disposizione le semplici istruzioni da seguire e forse quest’estate, con il nostro telefonino, tutti potremo fare qualcosa di più concreto per salvare animali terrorizzati e spesso feriti ai bordi delle strade, che rappresentano purtroppo un pericolo per chi viaggia.
http://www.prontofido.it/index.asp?action=27&id=1618

Luglio nero per Berlusconi crolla la fiducia nel premier

Secondo la rilevazione di Ipr Marketing per Repubblica.it, il Cavaliere scende al 39%, il punto più basso dall’inizio della legislatura. Cresce la disaffezione, calano maggioranza e opposizione

di MATTEO TONELLI

Saranno anche “piccole incomprensioni” quelle che agitano il Pdl. Saranno anche “quattro pensionati” i protagonisti della nuova P3. Sarà anche colpa della stampa “che disinforma”. Sarà anche così, come ripete in continuazione Silvio Berlusconi. Ma di sicuro la fiducia nel premier e nel suo governo è in netto calo. Secondo il sondaggio Ipr Marketing per Repubblica.it, sono solo il 39% coloro che dichiarano di avere fiducia nel presidente del Consiglio. Una cifra che rappresenta il punto più basso mai raggiunto dal Cavaliere dall’inizio della legislatura. Per contro il 55% dichiarano di non avere fiducia, una cifra che conferma il dato fatto registrare da marzo a oggi. Se poi si scende nel dettaglio si vede che a voltare le spalle a Berlusconi sono stati i ceti moderati 1, probabilmente spaventati dall’escalation di scandali, radicalizzazioni e veleni di questi ultimi mesi.
LE TABELLE 2

Premier e governo.
Il calo c’è ed è evidente. Meno fiducia in Berlusconi e nel suo esecutivo. Rispetto a un anno fa il calo del Cavaliere è netto: meno 10 punti. Così come è netta la crescita di coloro che dicono di non avere più fiducia nell’attuale governo (62%). Un campanello d’allarme a cui il premier risponde promettendo di passare l’estate “a rimettere a posto il Pdl”.
Ministri. Anche in questo caso il calo di fiducia è generale. Con due eccezioni: il ministro del Welfare Maurizio Sacconi e quello dell’Interno Roberto Maroni. Con il primo che conferma il primato (64%) e con il secondo che guadagna 3 punti rispetto a giugno arrivando a un 62% che lo piazza al secondo posto. Il segno più, però, finisce qui. Tutti gli altri titolari di dicasteri registrano flessioni più o meno accentuate. A partire da Giulio Tremonti, vero protagonista della manovra che ha sollevato critiche da più parti. Rispetto a 30 giorni fa il ministro dell’Economia sconta un calio di 4 punti che lo fa finire al 51%, anche per lui il punto più basso di popolarità dall’inizio della legislatura. Male anche Renato Brunetta (52%, -3 punti), Umberto Bossi (48, -2 punti) e il guardasigilli Angelino Alfano (57,-2 punti).
Partiti. Il segnale è chiaro. Nessun partito guadagna, tutti perdono. Il segno meno la fa da progonista. Cala la fiducia nella maggioranza, ma cala anche quella nell’opposizione, incapace di guadagnare consensi nonostante le difficoltà in campo avverso. Segno di una disillusione a 360 gradi nei confronti delle forze politiche. La flessione più netta la subisce il Pdl che dal 40% scende a quota 35%. Si tratta del punto più basso fatto registare dal 2008, lontanissimo dai picchi del 50% del maggio dello scorso anno. In calo, seppur più contenuto, anche la Lega che perde due punti e si attesta al 30%. Ma se la maggioranza piange, l’opposizione non ride. Cala Di Pietro (33%, -3 punti rispetto allo scorso mese), va male il Pd (32%, -2 punti) e calano anche i centristi di Casini (31%, -1 punto).


Luglio nero per Berlusconi crolla la fiducia nel premier – Repubblica.it.

Body scanner: arriva lo sticker per le parti intime

“Solo mio marito può vedermi nuda”, il messaggio appare sulle parti intime di una viaggiatrice munita di “Flying Pasties” mentre passa al setaccio di un qualsiasi body scanner. In numerose varianti, dal simbolo della pace a quello del divieto, un’azienda di Las Vegas ha prodotto e pubblicizzato degli sticker a difesa della privacy dei passeggeri: prima di andare in aeroporto gli adesivi vengono sistemati nelle parti del corpo che si vogliono coprire e il problema delle nudità esposte al body scanner dovrebbe essere risolto. Ma il sito che vende gli sticker omette di descrivere il materiale che li compone e così la reazione del web ai miracolosi copripudende adesivi per il momento è piuttosto scettica (Benedetta Perilli)
viaBody scanner: arriva lo sticker per le parti intime | Sei di Moda.

Older posts