Pasquale Caterisano Blog

Dico la mia spesso e volentieri

Month: ottobre 2010

Elio e le storie tese: "Bunga bunga" (Shakira, Waka-waka remix)

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=JM3rB0iEUtM]

Samsung Galaxy Tab: la prova con VIDEO.

Il primo tablet dell’era post-iPad, il primo prodotto da un big per lo meno, è fra noi. Parliamo ovviamente del Galaxy Tab di Samsung, un 7 pollici che gira con Android 2.2: dopo alcuni giorni di prova possiamo tirare alcune conclusioni

COM’E’ – Dimensioni
: 7 pollici contro i 9,7 di diagonale del display del rivale Apple, ma la superficie è praticamente la metà. È invece grande come circa 3 smartphone messi insieme. Entra nella tasca di una giacca da uomo ma non è ovviamente un oggetto che si possa definire pienamente tascabile. Si tratta di un gadget di dimensioni inedite (non del tutto: qualcuno ricorda l’umpc Samsung Q1 che pesava però il doppio) ma che si fanno subito apprezzare. 380 grammi contro i 730 di iPad Wi-fi+3G: si gestisce bene con una mano senza indolenzire i muscoli del braccio e senza aver bisogno di appoggiarlo a un tavolo o alle ginocchia come nel caso del prodotto Apple. Nella digitazione con i due pollici è possibile raggiungere qualunque punto dello schermo, cosa che sui 10 pollici di display non è possibile. Rispetto a uno smartphone tutto è molto più comodo. Nella navigazione, nella gestione della posta (che anche qui come su iPad si giova di una preview dei messaggi sulla destra), nella digitazione di testi che è davvero eccellente. Il peso è giusto e portarlo in giro una giornata in un borsello non indolenzisce affatto le spalle.

CPU E RAM -Sul lato hardware, c’è il processore Cortex A8 “Hummingbird” da 1 Ghz, uno dei migliori se non il migliore in commercio oggi come potenza pura. E 512Mb di Ram, questa volta ben gestiti (a differenza del Galaxy S). Sono sempre almento 200 i MegaByte liberi anche con diverse applicazioni aperte in background.  Continue reading

Un nuovo player nella ricerca e comparazione mutui: MutuiSupermarket.it

mutuisupermarket.it mutui supermarket mutui online ricerca mutuo
MutuiSupermarket è sia un motore di ricerca e comparazione mutui, sia un mediatore creditizio online che ti aiuta a scegliere e ottenere il mutuo più adatto alle tue esigenze.Come un motore di ricerca, ti aiutiamo innanzitutto a trovare cosa stai cercando in modo rapido e efficace, dopodichè ti supportiamo nell’approfondimento e analisi dei risultati della tua ricerca grazie ai nostri strumenti innovativi e di facile utilizzo. Sarà sempre semplice e immediato comprendere le differenti tipologie di mutuo e le scelte economiche alternative che puoi effettuare. Come motore di ricerca specializzato miriamo a diventare nel tempo la vetrina più ampia, trasparente e comprensiva di tutte le migliori offerte di mutuo esistenti sul mercato. Una volta individuato il mutuo adatto alle tue preferenze e budget e dopo aver richiesto online la verifica della fattibilità – richiesta spesso necessaria per avere accesso alle condizioni di mutuo esclusive online – interveniamo come mediatori creditizi per aiutarti a ottenere il tuo mutuo: ci preoccupiamo di verificare la fattibilità del mutuo direttamente con la banca, ti supportiamo al telefono attraverso il processo di mutuo, rispondiamo tramite il nostro numero verde a qualsiasi tipo di dubbio o perplessità tu abbia circa l’operazione. Il tutto sempre e solo…gratuitamente. OK, “e allora chi paga per il servizio?”. Le banche. Quando ci lasci una richiesta di verifica di fattibilità, ti presentiamo ad una banca per ottenere la pre-approvazione del mutuo; se decidi poi di portare o inviare i documenti di mutuo alla stessa banca e infine stipulare il mutuo, la banca ci riconoscerà un compenso a successo. Praticamente, proprio come si può guardare la gran parte della televisione a gratis, si può usare MutuiSupermarket quanto si vuole, a gratis.
Continue reading

CIAMBELLA PANNARICOTTA (reblog)

Riposto questa ricetta buonissima!!!

CIAMBELLA PANNARICOTTA Ingredienti: 250 gr di farina 3 uova 250 gr di zucchero 125 gr di ricotta* 125 gr di panna* 1 pizzico di sale 2 cucchiai di rum (facoltativi; la prossima volta non ce li metto) 1/2 bustina di lievito per dolci *la proporzione di questi due ingredienti può variare a seconda sei resti di ricotta o panna da riciclare. L'importante è ottenere sempre 250 gr di "materia"in totale. Sbattere le uova con lo zucchero fino a che saranno spumosissime; aggiun … Read More

via Pasquale Caterisano Blog

Brogli elettorali: finalmente qualcuno ne parla! (via Pasquale Caterisano Blog)

Quando avevamo avvertito del tentativo di Golpe berlusconiano con mesi di anticipo. Clicca sulla foto.

Brogli elettorali: finalmente qualcuno ne parla!

via Pasquale Caterisano Blog

I meriti politici di Bettino Craxi

Di Marco Travaglio
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=ya_3aag02jg]

Richiesta disperata: urge sangue per un bimbo di tre anni!!!

Nicola Iftimie, 3 anni, si ammala 21 gg fa di una rarissima malattia chiamata LINFOPROLIFERATIVA EBV CORRELATA: è il 16° caso IN TUTTO IL MONDO
E seguito dalla prof. Anna Locasciulli c/o il reparto U.O.C. Pediatria ed ematologia pediatrica (Pediatria e trapianto di cellule staminali), letto n.9 abbisogna di 6 donazioni di sangue giornaliere per superare la giornata ha febbre continua fra 38 e 39, diarrea e non riesce a mangiare. La donazione può essere fatta tutti i giorni al “Centro di prelievo del sangue FORLANINI di Roma” dichiarando agli addettiche il prelievo è per il bambino “Iftimie Nicola”
SONO ACCETTATI TUTTI I GRUPPI SANGUIGNI dal momento che ne vengono estrapolate le PIASTRINE. La malattia è rara: lui è il 16° CASO NEL MONDO. Si chiama: LINFOPROLIFERATIVA EBV CORRELATA.
Chiunque voglia donare deve presentarsi all’Ospedale Forlanini di Roma 06.55 55 24 80/6/7  entro le 11.00 di mattina e farlo per Iftimie Nicola. Grazie
 
 
 

E’ possibile vivere meglio con meno? Prove tecniche di un nuovo modello economico


Cambiare il modello economico imperante è, almeno per greenreport che è un quotidiano per un’economia ecologica, ragione di nascita e quindi anche di vita. E proprio il nuovo modo di intendere l’economia è stato l’inizio dei lavori dell’ottavo Forum Internazionale Greenaccord per la Salvaguardia della Natura “People Building Future – Confini e Valori per un vivere sostenibile” in corso a Cuneo, dove sono intervenute due personalità di primissimo piano quali Robert Costanza Nella foto, professore di Economia Ecologica all’università del Vermont e Friedrich Hinterberger, fondatore e presidente del Seri Sustainable Europe Research Institute, che però a fronte di analisi sovrapponibili hanno due visioni diverse riguardo alle soluzioni.«Dobbiamo chiederci a livello mondiale quale sia il significato dell’economia e a cosa essa debba servire», ha spiegato Costanza. «Avere di più è sempre meglio; la povertà è risolvibile solo con la crescita; l’economia può crescere all’infinito. Sono tre dogmi intoccabili – spiega sempre Costanza – dell’attuale modello di sviluppo. Ma dobbiamo abbandonarli se vogliamo costruire un nuovo paradigma economico».Va superato dunque il mero concetto di crescita economica: «capitale umano, capitale sociale, capitale naturale. Sono tutti elementi indispensabili per determinare la qualità di vita di una popolazione. Vanno quindi considerati al pari della ricchezza materiale», ha proseguito Costanza. Ma come farlo? Serve un impegno importante delle istituzioni nazionali e mondiali per indirizzare il mercato verso scelte più sostenibili e virtuose: «Ad esempio, facendo riforme fiscali che spostino la tassazione dai beni ai danni alle risorse naturali, rimuovendo invece quei sussidi che non servono a tale obiettivo».
Continue reading

MINI Countryman Cooper S All4





MINI Countryman Cooper S All4.

La gnuranza e’ na brutta bestia, parte 2, ovvero “Ma quando cazzo ci saresti andato???” (via 2010: Fuga da Polis)

^_^ just another silvio’s lie

«Dopo il Fallimento della Lehmann Brothers e dopo che l’amministrazione repubblicana non aveva mosso un dito per salvarle, questo signore è poi andato a Washington e ci restò finché alla fine non arrivarono settecento miliardi di dollari perché‚ le banche americane non fallissero». Silvio Berlusconi, 30 Settembre 2010-10-05 La domanda sorge spontanea…..esattamente QUANDO ci saresti andato? Perche’ il fallimento della Lehman Brothers accadde il … Read More

via 2010: Fuga da Polis