Pasquale Caterisano Blog

Dico la mia spesso e volentieri

Month: dicembre 2011

Discorso di fine anno 2011 di Beppe Grillo

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=UUfdJ9WMY2g]

DALLA FESTA DELLA RINASCITA DEL SOLE AL NATALE CRISTIANO


Il Cristianesimo è riuscito a trasferire a sé tali pratiche religiose, modificando la “nascita del sole” con la “nascita di Cristo”, e la “luce solare” con la “luce divina del Figlio di Dio”. Il sincretismo si compì lentamente, finché la notte tra il 24 e il 25 dicembre, cioè la “nox postsolstiziale” che coincideva con l’occasione in cui ormai da secoli si festeggiava una luminosa genesi astrale, divenne anche la notte della nascita di Cristo. Insomma tra il IV° e il V° secolo la Chiesa romana, preoccupata dalla straordinaria diffusione dei culti solari e soprattutto dal mithraismo, che con la sua morale e spiritualità, non dissimile dal cristianesimo, poteva frenare se non arrestare la diffusione del vangelo, pensò di celebrare nello stesso giorno del Natale del Sole (Sole Invictus) il Natale del Cristo, come vero Sole.
Continue reading

Merry Xmas da Sandy Marton

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=hCsa2-WP-iA]

L'evasione fiscale in italia, i numeri.

Lucidissimo Marco Travaglio a "Servizio Pubblico" del 8 dicembre 2011

[youtube=http://youtu.be/xFq7t7LEy1o]

La manovra Monti a freddo. Più ombre che luci.

Sembra che la riduzione dei consiglieri e l’abolizione delle giunte provinciali non siano così facili da effettuare con un semplice decreto legge e quindi questi tagli della manovra Monti non si faranno.
Il dubbio che mi viene è che di sicuro Monti lo sapeva ed ha inserito questa “boutade” sulle province al solo fine di tenerci buoni, prendendoci per i fondelli.
E’ vero, come sottolineato da molti in questi giorni, che di tagli veri agli sprechi non ce ne sono stati e di certo c’è stato un immediato aumento della benzina di 10 centesimi, la cosa piu banale e vile che si potesse fare.
Monti difatto, oltre alle belle parole ed alla presentazione che faceva tanto propaganda, è partito con mezzo piede sbagliato nonostante la fiducia di molti, mia compresa.
Vedremo se saprà farsi perdonare effettuando dei tagli veri agli sprechi, non ci vuole molto. Ici alla chiesa, tagli auto blu, abolizione vera province, rinuncia a tav e a cacciabombardieri. Si recuperano 70 miliardi subito.
Risolto il problema.

COME NON PAGARE ICI IMU

null
1- ANDARE AL CATASTO
2- CAMBIATE LA CATEGORIA CATASTALE DELLA VOSTRA ABITAZIONE PER POTER BENEFICIARE DELL’ESENZIONE ICI IN :
B7 = Cappelle ed oratori non destinati all’esercizio pubblico del culto
O
E7 = Fabbricati destinati all’esercizio pubblico dei culti
3- DA ABITAZIONE A LUOGO DI CULTO PRIVATO O PUBBLICO DEL DIO SOLE
4- AL POSTO DEL CAMINO FABBRICARE UN PICCOLO CAMPANILE CON BATOCCHIO A BANANA
5- CREARE UN PALCO CON ALTARE DEVOZIONE
6- ATTENDERE I VIGILI SULL’ALTARE PER VERIFICA CATEGORIA E DESTINAZIONE D’USO
AMEN

Non mi accodo

Non mi accodo alla ridda famelica di urla volgari contro la manovra Monti.
C’è sempre “ben altro” da fare, da proporre, da contestare. Sempre e comunque, ma da qualcosa si doveva pur cominciare.
Questo governo ha fatto più lui in 20 giorni che Berlusconi in 20 anni.
Ma che volete? ma dove vivete?  tutti buoni a pretendere  e ad indignarsi, magari dopo aver votato per 30 anni Dalema, Bertinotti, Bossi e Berlusconi.
Gli Italiani, il solito popolo cialtrone , buono come sempre a criticare e poi a correre sul carro del benefattore di turno; un popolo sempre disposto a scendere a compromessi ad personam, ma che “si indigna” con il “potere precostituito” dal fantomatico complotto di turno, meglio se pluto-demo-catto-giudaico-massonico.
Un popolo di mediocri, di piccoli cabotaggi, di pochi spiccioli. La colpa è sempre degli altri, magari di quelli che “fanno”. Sempre pronti a giustificare con teorie ciarlatane le imprese del proprio eroe popolare caduto in basse fortune da clown circense, mentre si difendono i propri privilegi corporativi, le pensioni baby, l’assistenzialismo ecc.
Gli italiani sono così, inutile sperare. Evviva dunque la sospensione della democrazia, de “una testa un voto” quando le teste sono vuote, evviva il commissariamento e l’amministrazione controllata del curatore fallimentare.
Gli italiani  non meritano altro, da sempre.
Lunga vita a Mario Monti ed alle sue manovre lacrime e sangue. Forse gl’itaGliani impareranno davvero stavolta e alle prossime consultazioni ci penseranno due volte a rivotare nani, ballerine, burocrati e boiardi di stato.
Pasquale Caterisano