Pasquale Caterisano Blog

Dico la mia spesso e volentieri

Month: aprile 2012 (page 1 of 2)

Oscar Giannino loda il MoVimento 5 Stelle

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=5C1SY3LvG7c]

Risposta allo spot 2012 otto x 1000

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=yLiPA3EUqWI]
Via: Risposta allo spot 2012 otto x 1000 – YouTube.

Beppe Grillo e le PMI

Grazie Beppe per pensare e scrivere spesso anche delle PMI, degli artigiani, dei commercianti, vera spina dorsale della creazione di posti di lavoro in Italia, troppo spesso additati frettolosamente solo come evasori fiscali. I piccoli imprenditori si suicidano oggi, stritolati dalla crisi e da uno stato ladro che fagocita risorse sotto forma di tassazione sempre in aumento, sia diretta che indiretta.
Grazie per ricordarti anche di loro, insieme ai dipendenti e agli operai ed impiegati che perdono i posti di lavoro.
La realtà è che vogliono metterci contro addossando all’altro la colpa della crisi generale del paese.
La verità è un’altra: la crisi, pur vero che è mondiale, ma in Italia era preesistente e causata dalla mala politica, dalle tangenti, dalle collusioni con la criminalità e dal voto di scambio.
Gli italiani troppo spesso ci sono andati a nozze in questo sistema, troppo comodo ora generalizzare e dare del qualunquista/disfattista a chi vuole mettere veramente a posto le cose.
Italiani, svegliatevi davvero, una volta per tutte. Non ci sarà un’altra occasione. Tutti uniti stavolta, autonomi e dipendenti; non facciamoci fregare di nuovo dal ‘divide et impera’ della politica ladra.
Pasquale_ Caterisano 19.04.12 15:15|
via: (1) http://www.beppegri….

Vangeli a 5 stelle.

Sta succedendo qualcosa di molto particolare.
Immagine
Molte persone, anche parenti ed amici, che accusavano il MoVimento di qualunquismo e demagogia, dopo l’ennesima garbata richiesta di approfondimento delle nostre idee, ora scrivono palesemente o in posta privata, che si sono convinti a votare M5S.
Delle volte, basta poco per smontare le erronee certezze prematurate di molti (in verità banalità qualunquiste su di noi): basta semplicemente mandargli i link di NON STATUTO e PROGRAMMA del MoVimento 5 stelle.
Basta che si informino un minino e le cazzate su Beppe ed il MoVimento si sciolgono come neve al sole.
Non litighiamo con avversari e provocatori, erudiamoli, con in mano i nostri “vangeli” NON STATUTO e programma.
Facciamo opera di vero proselitismo. Per smontarli e portarli dalla nostra parte basta veramente poco quando si è dalla parte della ragione, della verità e della giustizia.

Pasquale_ Caterisano Commentatore certificato 17.04.12 14:47|

Seconda citazione sul blog di Grillo: grazie Beppe, grazie staff!

Per la seconda volta in cinque mesi, un mio scritto viene citato da Beppe Grillo sul suo blog, stavolta elevato addirittura a post nella sezione “commenti”.
La prima volta fu in novembre e un mio scritto su Mazzini fu scelto come il migliore fra tutti quelli di quel giorno.

Proposta per abbassare le tasse in busta paga

Le tasse vanno abbassate a famiglie e PMI
si può fare tramite:
1) riduzione degli sprechi della spesa pubblica senza intaccare il welfare. Sappiamo come: riducendo i costi della politica e tagliando gli eccessi di spesa.
2) dismissione del patrimonio statale: non i musei o il colosseo o i ministeri, ma tutto il resto che ammonta a 500 miliardi. Quando una famiglia è in difficoltà si vende l’argenteria, non può pretendere di pagare alti interessi con soldi non suoi e nel contempo tenersi i propri beni in eccedenza.
3) Utilizzare tutto ciò per ridurre il debito pubblico. Ne deriverebbero minori necessità di introiti tramite le tasse, si conterrebbe così il deficit e si libererebbero risorse da utilizzare per ridurre l’importo delle tasse in busta paga ed avere così per le famiglie, maggiori risorse da spendere per comprare beni e servizi e dunque l’economia ripartirebbe di nuovo.
Ci sono anche tante altre idee e proposte per uscire fuori da questa situazione, spesso ne abbiamo parlato anche qui. Per questo che il MoVimento 5 stelle è anche proposta oltre la protesta.
Pasquale  Caterisano
 

Il SOGNO

Abbiamo delle responsabilità ora. Come cittadini di questo paese, abbiamo il dovere di salvare la nostra patria.
Sogno centinaia di noi nelle stanze del potere che rimettono tutto a posto in poco tempo e poi si dimettono in massa, tornando a fare i semplici cittadini.
La storia ci ricorderà, sarà quella la nostra riconoscenza.
Negli e-book a scuola i ragazzi leggeranno:
“Alla fine della seconda repubblica arrivarono i cittadini a 5 stelle, furono loro che salvarono il paese da una fine ormai pressochè certa; come i partigiani di 60 anni prima, tutti uniti sotto le insegne delle 5 stelle di Beppe Grillo, un comico rivoluzionario, i 5 stelle diedero una sferzata al paese, quando ormai nessuno ci credeva più. Loro ci credevano e salvarono l’Italia, a loro dobbiamo ciò che siamo oggi.”
I nostri nomi scritti indelebili nelle menti delle generazioni future.
Questa la nostra ricompensa.

Pasquale_ Caterisano Commentatore certificato 08.04.12 20:09|

Tradizioni Pasquali – Tra antiche divinità nordiche e simbologie pagane

Nella religione cristiana grande importanza ha la festività di Pasqua, la Resurrezione di Cristo che con il suo sacrificio cancella le ataviche colpe umane.
Tra le pieghe di questa festa religiosa, però, sono ben nascosti molti simboli e tradizioni di origine pagana, ricordi di altre e ben più antiche festività poi cancellate dal Cristianesimo con una vera e propria opera di sincretismo.
Inizieremo così un viaggio che ci porterà tra le desolate lande dell’Europa del nord, alla ricerca di antiche divinità celtiche che ci aiuteranno a scoprire le vere origini e i simboli di questa festività.
Per effettuare un esame etimologico della “Pasqua” dobbiamo rifarci al termine inglese “Easter” che ci riporterebbe ad antichi culti legati al sopraggiungere della primavera e in particolare ad una antica divinità pagana, la Dea Eostre.
Questa antica Dea non è molto conosciuta nella mitologia nordica, viene menzionata per la prima volta dal Venerabile Bede (679-735) nel suo “De Temporum Ratione” dove è messa in relazione alla primavera e alla fertilità dei campi.
Infatti il nome sembrerebbe provenire da aus o aes e cioè Est, dunque è una divinità legata al sole nascente e al suo calore, del resto il tema dei fuochi e del ritorno dell’astro sarà un tema ricorrente nel proseguo delle tradizioni pasquali.
Le origini di questa Dea però non sono molto chiare, dalle caratteristiche sembrerebbe una divinità nordica, anche se non viene per nulla citata nella mitologia celtica, tanto da far credere ad alcuni studiosi che si tratti di una divinità inventata dallo stesso Bede, spiegazione non molto plausibile in quanto un religioso cristiano non avrebbe avuto bisogno di creare una nuova divinità in un pantheon pagano già molto ricco e variegato.
Il Grimm, noto studioso di mitologia nordica nel suo “Teutonic Mythology” descrive Eostre come una divinità pagana portatrice di fertilità e la collega alla luce dell’Est e in particolare all’equinozio di Primavera che veniva chiamato dai popoli celti “Eostur-Monath” e successivamente di “Ostara”.
Continue reading

Italia a 5 Stelle, per un MoVimento moderato.

Amici MoVimentisti moderati,
se il prossimo anno potremo avere la possibilità di inoculare il virus a 5 stelle nel sistema, a che questo ne diffonda dentro di se la virulenza democratica, il portatore sano di questo virus non potrà essere gente arrivista ed estremista, se no saremo punto e daccapo, essi colluderanno come sempre fatto col sistema malato del quale ne sono l’essenza, e pur con l’immeritata bandiera a 5 stelle, distruggeranno i nostri sogni.
Questo è il vero pericolo a mio avviso. Gli arrivisti politicizzati vogliono mantenere lo status quo del sistema e il M5S ne è solo un buon veicolo. Lo dimostra il fatto della tentata autorganizzazione e relativo cambio del non statuto per mettere alla porta Beppe e Casaleggio e portarsi a casa i rimborsi elettorali.
Tocca a noi cittadini moderati, come sempre successo nella storia, a impedire che ciò avvenga.
E’ necessario che i movimentisti onesti e senza secondi fini si accorpino fra di loro in questo intento ideale e si organizzino per il prossimo anno alle eventuali primarie del MoVimento, per contrastare il lor tentativo di impadronimento dei nostri sogni di un’Italia veramente migliore.
Sarà una difesa strenua dell’essenza stessa dell’idea altissima di ciò che Beppe Grillo ha creato e ci ha messo a disposizione, se così non sarà, sarà purtroppo una debacle per tutti e quello che questi infiltrati non hanno fatto quest’anno con la rinunione di Rimini, la faranno legalmente con gli strumenti messi a disposizione da Grillo e dal portale per le votazioni delle primarie online.
Abbiamo gruppi, strumenti e risorse, compattiamoci e rivendichiamo la prevalenza di una posizione di semplici cittadini moderati nel MoVimento 5 stelle.
Non possono vincere sempre e comunque anche al nostro interno gli amici di Ferrero, di Diliberto, di DeMagistris, di Bersani, di Di Pietro.
Come avete visto con le due lettere sul portale che rappresentavano due posizioni e idee differenti, i “mi piace” erano a nostra maggioranza, ma se fosse valso il voto avremmo perso, perchè questi infiltrati sono furbi e conoscono il mestiere, viste le vecchie scuole di partito frequentate.
Non pensate che la storia dell’espulsione di tavolazzi e della sua cricca finisca qua, quelle sono vecchie volpi staliniste ed ora che sono delle belve ferite, vorranno vendicarsi dell’onta subìta, ma il movimento non è degli infiltrati, anzi loro sono solo uno “zerovirgolazero”, il nulla fatto a niente, ma rappresentano comunque un pericolo reale.
C’è una maggioranza silente di cittadini a 5 stelle che pensa e decide con la propria testa. Ecco, a loro ci dobbiamo rivolgere, a che poche furbi non pretendano di rappresentare tutti. Come sempre la mancanza di partecipazione e la relativa forzosa consenguenza del pigrissimo processo di delega in bianco è foriera delle peggiori sventure, nella vita come in politica.
Come avete ben potuto cedere anche in questi giorni, certa stampa di parte è dalla loro, i cosidetti “grillini” fanno paura, i tentativi di diffamazione sono striscianti; il rischio è che si prendano per intero il MoVimento e che ne facciano una filiale di SEL e Rifondazione, del PD o dell’IDV.
Dobbiamo impedirlo.
Tutti insieme uniti e compatti, contro infiltrati e scissionisti, col mandato di evitare che questi distruggano la nostra idea splendida e la possibilitàdi un futuro migliore.
                                                                                                                                                                            Pasquale Caterisano
                                                                                                                                                                             www.italia5stelle.org
 

«Nessun partito, solo movimenti. La nostra guerra»

di Gianroberto Casaleggio 

La Rete determinerà la fine dei partiti, ma la politica resisterà alla loro estinzione e verrà fatta dai cittadini stessi. Grillo e il MoVimento 5 Stelle non stringeranno alleanze con nessuno
Riporto anche qui un’intervista che ho rilasciato a Vanity Fair.
Gianroberto Casaleggio è quello che si definisce un «Guru del web». Dopo un passato da dirigente in prestigiose società tecnologiche di alto livello come la Olivetti, nel 2004 fondò la Casaleggio Associati, di cui è presidente. Nello stesso anno ricevette la telefonata che gli cambiò la vita. All’altro capo del telefono c’era Beppe Grillo, interessato al suo libro Il web è morto, viva il web.
L’INCONTRO CON GRILLO
Casaleggio spiegò al comico genovese cos’era la Rete e convinse l’uomo che fino a poco prima sfasciava i computer sul palco ad aprire un blog. Sotto la supervisione di Casaleggio, Beppegrillo.it entrò nella top ten mondiale dei blog più visitati. Tre anni dopo Casaleggio ideò il Vaffanculo Day: due milioni di persone nelle piazze, 350 mila firme per la proposta di legge «Parlamento Pulito» e uno scossone alla politica italiana.
SIAMO IN GUERRA
Da allora, in meno di quattro anni, lui in versione di tecnico della comunicazione e Grillo in versione di politico hanno dato ad altri due V-Day, alle Liste civiche 5 stelle e al Movimento 5 Stelle, ovvero migliaia di sostenitori in tutto il territorio, 130 tra consiglieri comunali e regionali e un peso politico valutato tra il 4 e il 6%. A completare il quadro di «Guru», Casaleggio si presenta con un paio di occhiali tondi, capelli ricci e lunghi e timidezza da scienziato pazzo.
Continue reading

Older posts