Pasquale Caterisano Blog

Dico la mia spesso e volentieri

Month: settembre 2012 (page 1 of 2)

La memoria da moscerino degli italioti

NORMALMENTE NON ME LI FILO PROPRIO PERCHE’ MI FANNO PENA.

Ma oggi ho visto il telegiornale di Sky Tg24 ed era evidente come queste MERDE si stiano organizzando TUTTI contro lo spauracchio M5S, ovvero cittadini che si autovotano.

Hanno paura.

Casini, Fini e Montezemolo i peggiori; hanno difatto dato l’ok ad un Monti bis senza che lo stesso Monti partecipi alla competizione politica, genuflessi alla faccia buona del potere per non sparire, disposti a cedergli il posto, contro leggi e costituzione e con l’avallo del peggior presidente della repubblica di sempre.

Un po meno schifosi (ma solo un po) Bersani ed Alfano. Quest’ultimo da vero vomito, con una faccia di mer*a tipica delle peggiori facce di mer*a possibili, affermava che il PDL si costituirà parte lesa contro Batman Fiorito: Alì Babà che processa i 40 ladroni autoassolvendosi e dando la colpa ai “rubagalline”, esattamente come diceva Craxi per Mario Chiesa.

Un’arroganza senza precedenti, come se nel suo partito non vi fossero centinaia di casi “Fiorito” già conclamati da anni ed anni. Ancora una volta il problema per Alfano erano i Giudici e la sinistra. Ma dove ha vissuto questo arrogante vergognoso yesman della peggior specie negli ultimi 10 anni?

Il problema è che questi sanno di poter contare sulla poca memoria degli italioti che li votano, un paese conservatore, provinciale e bigotto, asservito ai potenti ed al vaticano. Tanto poi, questi idioti, alla domenica, vanno in chiesa ed il loro dio clericofascista li assolve.

Ieri come oggi, il problema non è Berlusconi, Casini, Fini, Bersani ecc., terminali di poteri che affamano e prendono in giro la gente da sempre; i problemi sono “ben altri” i problemi per questi IDIOTI, sono i comunisti ed i giudici, ma ora, NOVITA’, come sappiamo se ne è aggiunto uno nuovo di problema ben più grave che sovrasta tutti gli alti: si chiama Antipolitica ed il suo mentore Beppe Grillo.

La Casta ringrazia, fortuna loro gli italioti sono sempre i soliti invertebrati.

Pasquale_ Caterisano Commentatore certificato 30.09.12 18:18|

Via: Blog di Beppe Grillo – Lo stomaco dellanaconda.

PRINCIPI DI BASE, ETICA E SPIRITO DEL MOVIMENTO 5 STELLE

Dopo un titolo del genere, vi aspetterete un noiosissimo simposio sulla filosofia morale che regge le idee del MoVimento 5 stelle, invece no, non vi annoierò con supercazzole alla Nichi Vendola, ma vi darò semplicemente l’elenco completo dei link (da far girare) con la quale, i nuovi, i simpatizzanti e/o semplici curiosi possono farsi un’idea di massima di cos’è e come funziona il MoVimento di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio.

PRINCIPI DI BASE, ETICA E SPIRITO DEL MOVIMENTO 5 STELLE

Me Vs. Felice Belisario



https://www.facebook.com/felicebelisario/posts/437574676279112

Blog di Beppe Grillo – Le Regioni dei maiali – Il mio commento.

Le regioni quasi tutte sono fuori bilancio, in alcuni casi in maniera pericolosissima.
La Sanità è il costo maggiore (circa il 50% del budget) e anche il “luogo” dove avvengono i maggiori sprechi e ruberie di ogni genere.
Propongo di presentare nel programma per le Politiche 2013, il commissariamento coatto per legge di tutte le regioni indebitate che sforano i budget ed assegnare loro un commissario speciale per rientrare nelle spese e successivamente anche di togliere completamente la gestione della sanità alle regioni, per farla tornare in mani statali, gestita con parametri di spesa uguali per tutti.
Ciò per evitare come già avviene oggi, che vi siano cittadini malati di serie A e altri di serie B.
Si dovrebbero, da subito e per decreto, sospendere ab libitum le elezioni di nuove giunte regionali sprecone e mangiasoldi pubblici.
Inoltre propongo la responsabilità penale per le giunte a bilancio negativo, un po come se facessero bancarotta fraudolenta, in quanto non governano soldi propri ma soldi dei cittadini.
My two cents.
Pasquale_ Caterisano 27.09.12 15:27|
via Blog di Beppe Grillo – Le Regioni dei maiali.

Debito pubblico "for dummies"

Il debito pubblico va ridotto, diminuito, se possibile azzerato. Con il buonsenso, con l’intelligenza e con la riduzione degli sprechi. Non credete a chi vi dice in maniera molto ideologica e fuori dalla realtà, che il debito non andrebbe pagato.
Il debito pubblico, duemilioni duemila miliardi di euro, fa si che trimestralmente, noi tutti paghiamo (tramite le tasse) per i soli interessi ai finanziatori (i risparmiatori che lo comprano) una cifra enorme pari a dei costi che ormai sono diventati insostenibili, ovvero fino a cento miliardi l’anno nella peggiore delle ipotesi. Dunque debito che produce altro debito e il prelievo fiscale (tasse) non basta più per sostenere questa partita di giro che ci sta ormai strozzando.
Come fare per risolvere definitivamente la questione? appunto togliendo questo debito. Come fare? riducendo i costi e il risparmio ottenuto, lo si destina alla riduzione del debito, in maniera tale da pagare di volta in volta sempre meno interessi.
Dove si prendono questi soldi? ovvero come si risparmia sui costi? In Italia la spesa pubblica è di circa 800 miliardi di euro, 300 dei quali sono stimati in eccesso, ovvero, costi che servono a mentenere lo status quo di chi vive di sussidi, ovvero SPRECHI, ovvero pensioni d’oro, auto blu, spese gonfiate e privilegi vari ad ogni livello, in piu ci sono i costi della politica, enti ed istituzioni inutili: province, comunità montane ecc. ecco questi costi vanno tagliati subito ed il risparmio destinato alla riduzione del debito.
Poi si dovrebbe dare nuovo impulso all’economia con una serie di sgravi fiscali per le PMI e per i redditi medio bassi, cosa che a sua volta produrre nuovi posti di lavoro, generando di nuovo prodotto interno lordo e quindi ricchezza implicita attraverso le nuove risorse sotto forma di nuovo gettito fiscale.
Capitolo beni del patrimonio statale. Lo stato possiede beni di cui non usufruisce (demanio, caserme dismesse ecc.) ovvero non funzionali alle proprie attività amministrative , per circa altri 800 miliardi di euro. Questi beni andrebbero messi in vendita al miglior offerente con base d’asta a prezzi di mercato; oppure posti in un fondo immobiliare pubblico delle quali si immetterebbero sul mercato azionario ed obbligazionario le relative quote, generando così denaro da destinare alla riduzione del debito.
Così facendo in poco tempo potremmo letteralmente piu che dimezzare il nostro debito, a quel punto:
1) non subiremmo piu gli attacchi speculativi della finanza internazionale sul nostro debito.
2) metteremmo “in vendita” i nostri BOT, CCT ecc. a interessi molto inferiori, risparmiano denaro.
3) potremmo iniziare ad abbassare le tasse, (che ricordiamolo sono le piu alte del mondo), generando valore implicito in busta paga e nelle tasche degli italiani, che riprenderebbero a spendere l’extra ottenuto, contribuendo a far ripartire l’economia.
Altresì nel prosieguo, si dovrebbe intervenire col blocco delle assunzioni del pubblico impiego, stimato in eccesso, a causa delle clientele del voto di scambio e della collusione in generale con la politica, per circa un milione di addetti. Nel tempo (5 anni) si risparmierebbero altri cento miliardi e passa.
Stessa cosa si potrebbe fare commissariando le regioni indebitate dalla spesa sanitaria allegra, utilizzando la centrale nazionale acquisti anche per la sanità. Altri cento miliardi risparmiati. E così via.
Per raggiungere questo obiettivo ci vuole serietà, buonsenso, applicazione.
La situazione attuale, ricordiamola è stata generata da 60 anni di politiche economiche cialtrone e colluse col voto clientelare.
Una piccola percentuale di italiani onesti che paga tutte le tasse, contribuisce da sola a sostenere una massa enorme di furbi che vivono succhiando risorse agli altri.
Adesso basta, ma per davvero.
Pasquale Caterisano

"LASSU' QUALCUNO CI ASCOLTA"

Non vi preoccupate, non sono diventato all’improvviso uno sciocco credente religioso.
Un po di giorni fa, scrissi la mia ennesima proposta nel portale del MoVimento 5 Stelle che riguardava le modalità di scelta delle candidature per le politiche 2013. Ecco cosa scrissi:

POLITICHE 2013: selezione dei candidati al parlamento.

postato da PASQUALE CATERISANO il 10/09/2012 

Per le politiche 2013, le realtà locali del MoVimento 5 Stelle, dette Meetup, spesso in conflitto fra di loro per la mancanza di regole condivise, non possono fungere da organizzazione ed espressione delle candidature, ma solamente quale truppa che raccoglie le firme nelle circoscrizioni. 

 
Se si demanda al locale l’espressione delle candidature, sarà il caos. 
 
Troppi capetti e castine, troppi “Organizers” che pensano di essere segretari di sezione e troppi “Infiltrados” che hanno annusato aria di facile opportunità. 
 
 Spero vivamente che i cosidetti meetup (strumenti ormai anacronistici) saranno bypassati dal dover prendere in proprio certe decisioni così importanti e di respiro nazionale. 
 
 L’ideale sarebbe fare TUTTO online sul nuovo Portale Nazionale del MoVimento. Il tutto IMHO.
 
Pasquale_ Caterisano 10.09.12 15:01|

Nel post odierno sul blog di Beppe Grillo leggiamo:
Per le prossime elezioni politiche i candidati del M5S saranno scelti on line e il programma sarà discusso e completato attraverso una piattaforma in Rete. In modo trasparente. Ci vediamo in Parlamento. Sarà un piacere.

Beh, non posso che essere contento.

SCOOP di "Repubblica"

La casta dei parlamentari, tutta unita contro i propri collaboratori.

E’ EVIDENTE L’INTENTO BIPARTISAN DI NON REGOLAMENTARE I RAPPORTI CON I “PORTABORSE” PER POTERLI MANTENERE “IN NERO”. PSEUDO LEGISLATORI CHE AVALLANO L’ILLEGALITA’.

(ANSA) La legge bipartisan a cui sta lavorando la commissione Lavoro, sulla base di due disegni di legge a firma Pd e Pdl, prevede che il collaboratore sia scelto dal parlamentare sulla base di un rapporto di fiducia, ma che sia poi retribuito direttamente dalla Camera o dal Senato.
E’ il cosiddetto modello del Parlamento europeo. Camera e Senato quindi non darebbero piu’ i soldi a ciascu parlamentare; fino ad oggi, infatti, molti senatori e deputati hanno pagato in nero il proprio collaboratore o anche non ne hanno assunto alcuno pur ricevendo i soldi dalla Camera di appartenenza.
Il colpo di scena e’ avvenuto quando il presidente di una delle due associazioni che rappresentano i “portaborse”, la An.co.parl, ha detto di ”non ritenere che la via legislativa possa rappresentare la soluzione del problema”. La legge infatti deve poi essere recepita dal Regolamento interno di Camera e Senato; allora tanto vale modificare direttamente questi Regolamenti, cosa che si puo’ fare in poco tempo. Per esempio il Parlamento europeo lo ha fatto in un mese.
Balzo sulla sedia dei deputati della commissione Lavoro, che hanno quindi domandato all’altra associazione, Co.co.parl se fossero d’accordo. Emiliano Boschetti, parlando a nome di questa, ha chiarito che di non essere d’accordo col suo collega e di ritenere utile la legge. Per lo meno per ragioni di opportunita’, perche’ ‘costringerebbe’ l’Ufficio di presidenza di Senato e Camera a modificare i Regolamenti, cosa che invece non hanno fatto in questi oltre quattro anni di legislatura.
La commissione Lavoro, nei prossimi giorni formera’ un comitato ristretto per redigere un testo unificato dai due disegni di legge. Dopo di che il testo tornera’ alla commissione in seduta plenaria per la discussione dei singoli articoli. Il 24 settembre poi la parola passera’ all’Aula.

PERCHE’ FARE UNA NUOVA LEGGE CHE NON POTRA’ MAI ESSERE APPROVATA, QUANDO BASTA APPLICARE UN REGOLAMENTO INTERNO, COME GIA’ AVVIENE IN ALTRI PARLAMENTI SU CONSUETUDINI DI LEGGE DEL PARLAMENTO EUROPEO??
IL TENTATIVO DI AFFOSSARE ENTRAMBE LE INIZIATIVE COME GIA’ FATTO CON LA PROPOSTA “PARLAMENTO PULITO” DEL MOVIMENTO 5 STELLE, E’ DEL TUTTO EVIDENTE.
L’INTERESSE DEI PARLAMENTARI E’ COMUNQUE QUELLO DI TENERE QUESTI RAGAZZI IN UN RAPPORTO DI LAVORO ATIPICO E DI POTERLI RICATTARE E SOTTOPAGARE A PIACIMENTO.
ENNESIMO ESEMPIO DI ILLEGALITA’ DEI PARLAMENTARI ITALIANI.
Audizione XI Commissione Ancoparl_

Dedicato al mio ammiratore bingo bingo sul blog di Beppe Grillo

ECCO QUANTO MI VOGLIONO BENE GLI INFILTRATI DISSIDENTI ANTI GRILLO/CASALEGGIO:

te sì che 6 una garanzia di giustizia sociale!!!guardate da che pulpito vengano simili affermazioni basta cliccare il suo nome e vedere il blog di riferimento x capire chi si stà infiltrando nel movimento!e poi a milano si domandano come mai ci sono le cupole delle ndrine calabresi!ciao pasquà quanta polvere hai venduto oggi?????

bingo bongo 12.09.12 16:37 

Toyota Prius Plug-in Hybrid

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=4e0u4OylC3w]
Straordinaria, ma purtroppo cara, speriamo negli incentivi. 30 mila € è il suo prezzo ideale e non i 40 mila di listino.
 

Older posts