Pasquale Caterisano Blog

Dico la mia spesso e volentieri

Month: dicembre 2012

Buona Festa del Sole

Il Sole allo zenith ha voluto dare il meglio di se in questo periodo solstiziale.
Quest’anno poi i solstizi sono stati ben due perchè il sole era anche completamente allineato in posizione dritta rispetto al centro della galassia, un’avvenimento che ricorre ogni 260 mila anni.
Il Sole protagonista in questo periodo da sempre, quando la luce rischiara le tenebre dell’inverno, i giorni iniziano ad essere più lunghi rispetto alle notti; ricorrenza celebrata da sempre da tutti i popoli di questo pianeta e che negli ultimi 2000 anni è stata fatta oggetto di furto da parte dei cristiani e dei cattolici imponendo i propri dogmi a molti.
Il 25 dicembre la Festa del Sole, festa della sconfitta delle tenebre, l’inizio della luce e non la nascita di un ipotetico salvatore del nulla.
Pasquale Caterisano.

Pasquale Caterisano candidato primarie MoVimento 5 Stelle Elezioni Regionali Lombardia 2013

www.caterisano.it 

 

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=RHHCqeM30to]

Distributori di benzina equo-solidali

UNA MIA PROPOSTA PER LA REGIONE LOMBARDIA
Propongo la costituzione di una società cooperativa senza fine di lucro che abbia come scopo la distribuzione di carburanti dal costo all’ingrosso per tutti. 
 
 
COME FUNZIONA: la società in questione dovrebbe aprire perlomeno una decina di “pompe bianche” per provincia in modo che tutti possano avere la possibilità di rifornirsi in prossimità e nelle vicinanza di essa. Il distributore regionale si approvvigionerebbe dai fornitori all’ingrosso e rivenderebbe la benzina ai cittadini lombardi allo stesso prezzo d’acquisto, senza farci su nessun lucro. Il vantaggio per l’utente sarebbe immediato, pagherebbe il carburante circa 25 centesimi in meno del prezzo corrente. Il Cittadino avrebbe così un’immediata restituzione di una piccolissima parte di quanto versa allo stato ogni anno sotto forma di tasse dirette ed indirette.CHI PAGA: ovviamente questa operazione non deve essere a carico della collettività, non deve essere finanziata da ulteriore spesa corrente, perchè in quel caso si dovrebbero mettere nuove tasse o tagliare servizi per potersela permettere e sarebbe il solito giro del cane che si morde la coda.
NO, la mia proposta prevede anche la sostenibilità economico-finanziaria.
Ecco come: la società cooperativa “pompa bianca regionale” dovrebbe dar fondo ai contributi europei e statali per la costituzione di imprese cosidette “green” ed investire massicciamente in produzione di energia eolica e fotovoltaica, tramite installazioni in tutta la regione. Investimenti che si ripagherebbero in circa tre anni ed i cui proventi appunto serviranno ad acquistare i carburanti a prezzo di costo da erogare a tutti i cittadini.
                                                                                                P. Caterisano

Sondaggi elettorali: il Movimento 5 Stelle può arrivare al 30%

Secondo un sondaggio condotto dall’Istituto Demopolis per la trasmissione Otto e Mezzo il bacino elettorale potenziale del Movimento 5 Stelle sfiorerebbe il 30%. Un dato eclatante che conferma gli exploit delle ultime amministrative.

Ci vediamo in Parlamento, sarà un piacere. L’auspicio – minaccia con il quale sia Grillo che i militanti a 5 stelle chiudono praticamente ogni post ed ogni commento non è mai stato così pieno di senso. La conferma arriva anche da un sondaggio condotto dall’Istituto Demopolis per la trasmissione Otto e Mezzo, che rivela come il Movimento 5 Stelle abbia un bacino di voti potenziali che sfiora il 30%. Al momento però, “nonostante una lieve flessione dovuta all’impatto delle primarie del centrosinistra, il Movimento 5 Stelle, con il 19%, si consolida come seconda forza politica del Paese“. Il tutto ad un giorno dalla chiusura delle parlamentarie del Movimento 5 Stelle, che hanno destato comunque non poche perplessità fra i militanti. Come rileva Demopolis, infatti:
l’opinione pubblica appare divisa: il 51% condivide la scelta di tenere le cosiddette “parlamentarie” soltanto su Internet; non d’accordo si dichiara il 44%. Perplessità desta anche la scelta di riservare il voto ai soli iscritti al Movimento al 30 settembre: decisione che non piace a quasi un italiano su due.
In ogni caso le polemiche non dovrebbero “costare” troppo in termini di consenso elettorale, anche in relazione alla rilevanza dei temi che spingerebbero gli italiani ad optare per il Movimento: l’esigenza di un radicale rinnovamento dei parlamentari e della classe politica, la necessità di porre un freno alla politica economica del Governo Monti e la volontà di dare un taglio deciso di rimborsi elettorali ed ai costi della politica. Insomma, una prospettiva decisamente interessante per il capo politico Beppe Grillo che si troverebbe a contendere addirittura l’eventuale premio di maggioranza al Partito Democratico (accreditato da alcuni sondaggi oltre il 30%), anche se ovviamente restano molte le incognite legate alla discussione sulla legge elettorale.
continua su: http://www.fanpage.it/sondaggi-elettorali-il-movimento-5-stelle-puo-arrivare-al-30/#ixzz2EEjRWYyi