Pasquale Caterisano Blog

Dico la mia spesso e volentieri

Month: aprile 2013

L'azzardo di Grillo, il nuovo governo ed i destini del paese


Per questo governo “di scopo” o semplicemente d’inciucio, l’unica speranza di sopravvivenza oltre i tre/sei mesi, è fare VERE riforme; se non sarà così, alle prossime elezioni saranno finalmente spazzati via tutti senza remore ed il MoVimento 5 stelle avrà la maggioranza assoluta.
In quel caso e solo in quello, l’azzardo di Grillo avrà pagato, pur avendo comunque fatto perdere preziosissimi mesi al paese.
Al contrario, se questa patetica alleanza di governo dovesse sopravvivere, Grillo e Casaleggio avranno perso la scommessa e l’intera posta in gioco rappresentata dal destino del paese e degli italiani che in loro avevano creduto.

25 Aprile: W la Resistenza Laica

'Report' massacra tutti, in particolare Enrico Letta

Un mio vecchio post che torna utile oggi.

M5S: il ritorno sul pianeta Terra

Siamo d’accordo. Sul “golpetto istituzionale” della casta che si autoassolve applaudendo se stessa e puntando il dito contro il “pericolo populista” a 5 stelle. Siamo d’accordo sullo scollamento fra piazza e parlamento (solo Napo orso capo non se n’è accorto). Siamo pure d’accordo, (ma ce lo diciamo da anni) che PDL e PDmenoelle ci fanno schifo e non poco, che stanno per fare l’ennesimo inciucio ai danni dei cittadini ormai davvero allo stremo.
Sta di fatto però che gli italiani tributano ancora a questi due partiti la maggioranza dei propri voti, e stavolta in Friuli a scapito proprio del vincitore morale delle elezioni politiche di un mese e mezzo fa: il MoVimento 5 stelle che riduce di due terzi  propri voti, crollando dal 28% al 14%.
C’è evidentemente qualcosa che non quadra. Proviamo ad analizzare cosa.
Gli elettori avevano votato in massa il M5S, per cambiare totalmente la politica ed una volta eletti, i parlamentari grillini non si sono dimostrati dissimili dai loro colleghi degli altri partiti, mettendo in campo tattiche di pura convenienza che hanno fatto notevolmente arrabbiare l’elettorato che chiedeva a gran voce governabilità insieme alla immediata e fondamentale attuazione delle riforme promesse in campagna elettorale.
Grillo e Casaleggio invece di mettere in opera ciò che gli elettori gli avevano chiesto e poi ribadito a muso duro in decine di migliaia sul blog, li hanno insultati definendoli “troll” attirandosi le critiche anche di giornalisti amici come Marco Travaglio e Gian Antonio Stella.
Il voto al M5S alle politiche è stato anche un voto di protesta contro la casta che ha rovinato il paese, e chi se non Silvio Berlusconi poteva incarnare quel ruolo? ebbene il voto ai grillini è stato anche un voto anti Silvio, un voto per cancellarlo dalla faccia (politica) del paese. A conti fatti, invece, è stata proprio la miope azione politica messa in campo da Grillo ad aver difatto resuscitato Berlusconi di nuovo come uno dei protagonisti della vita politica del paese. E’ stato Berlusconi a conti fatti a volere la rielezione di Napolitano e sarà lui nei giorni a venire a dettare l’agenda del nuovo governo, quando ormai era dato da tutti per spacciato. A cosa è dovuto questa resurrezione? alla mediocre azione politica del M5S di non aver voluto un accordo scritto e pubblico sui punti dell’agenda Grillo col PD che difatto avrebbe:

  • terminato politicamente Berlusconi
  • attuato punti fondamentali del programma del MoVimento
  • dato una vera svolta al paese
  • tenuto “per le palle” il Partito Democratico
  • aumentato i consensi per i grillini

Purtroppo invece il M5S ha scontato la propria mediocrità in merito a visione strategico-politica a medio termine, preferendo un ottuso azzardo da giocatore di burraco di quart’ordine pensando di voler dirigere i giochi costringendo gli altri ad adeguarsi ai propri ricatti. A poco è valso il tardivo invito di Grillo a Bersani a votargli il proprio candidato presidente della repubblica.
Risultato: la resurrezione di Silvio,  il proprio crollo di consensi elettorali con in mano un pugno di mosche ed un’occasione storica gettata alla ortiche.
L’atterraggio non è stato dei più morbidi e per il momento non è nemmeno lo scenario peggiore.
Pasquale Caterisano

Presidente della repubblica a 5 stelle

La mia indicazione per un Presidente della Repubblica a 5 stelle
stefano rodotà